Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2020: Quarantena a Combray [invito a partecipare]
LaRecherche.it sostiene "la via immortale", da un’idea di Lello Agretti
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Lorena Turri
2 gennaio

Sei nella sezione Commenti
 

 Lorena Turri - 19/01/2014 17:46:00 [ leggi altri commenti di Lorena Turri » ]

A distanza di due anni, trovo nuovi commenti!
Ringrazio l’amica Daniela Bonifazi, Roberto (anonimo, ma credo di sapere di chi si tratta!), la "mia" mitica Musik e Marco Maggi. E’ un vero piacere trovare qui il passaggio della vostra lettura!

 Marco G. Maggi - 19/01/2014 13:50:00 [ leggi altri commenti di Marco G. Maggi » ]

Nel periodo posteriore al natale ero "imprigionato" a Firenze senza il mio computer e la leggo solo ora. Che bella Lorena! Scusa per il ritardo e grazie per questo regalo d’inizio anno.

 Maria Musik - 19/01/2014 11:48:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

Leggo solo ora... ha ragione Giuliano: fa bene al cuore.
Un abbraccio.

 Roberto - 06/01/2014 20:18:00 [ leggi altri commenti di Roberto » ]

Un garbato intreccio di creature che si destano, sogni di innamorati e leggende evangeliche sublimano un canto impreziosito dai colori accesi del rosso rubino, del blu zaffiro e del bianco perla... immacolato come la Musa che accompagna l’autrice nei suoi percorsi di vita.
Le metafore sono velate, ma all’occhio del lettore attento rivelano un indissolubile connubio tra sacro e profano,tra un passato e un presente che riescono sempre a suggestionare l’estro del Poeta, teso ad esaltare l’Amore che l’uomo serba per i propri simili e per la Natura.
I versi sono liberi, ma orchestrati sapientemente; nel gioco asimmetrico dei righi spiccano le fonti ispiratrici di Lorena: il Salvatore, il Tramonto, la Notte, la Poesia.
Sublimi le visioni (nella prima metà della lirica) raccolte in una cornice di rassegnata, ma seducente, malinconia.
Bravissima!
Roberto

 Bonifazi Daniela - 06/01/2014 13:56:00 [ leggi altri commenti di Bonifazi Daniela » ]

Bella oltre ogni dire.

 Lorena Turri - 28/02/2012 19:05:00 [ leggi altri commenti di Lorena Turri » ]

Avevo quasi dimenticato di aver scritto questa poesia! Un grazie a Luca, Maria Teresa e Carla per il loro passaggio e i loro apprezzati commenti.
@Silvia, ti faccio adesso gli auguri di compleanno! :-)
Il 2 gennaio è il primo vero giorno dell’anno, quello in cui, un po’ a fatica dopo i bagordi delle feste trascorse, si riprendono i progetti e si riaccendono le speranze. Un grazie anche a te.

 Silvia A. - 28/02/2012 15:00:00 [ leggi altri commenti di Silvia A. » ]

complimenti, bella questa poesia, è molto delicata.
Eppoi il titolo corrisponde al giorno del mio compleanno, come mai questa data?forse nella bibbia è il 2 gennaio.Un saluto Silvia

 Nadesh72 - 13/01/2012 19:03:00 [ leggi altri commenti di Nadesh72 » ]

Che bellaaaaa! Molto ispirata.

 Maria Teresa Savino - 07/01/2012 18:24:00 [ leggi altri commenti di Maria Teresa Savino » ]

Un rubino,uno zaffiro,una perla:doni preziosi come la tua significativa poesia. Sì,è tempo di verifiche,di mettere a frutto i pochi o tanti doni che ci ha dato la vita ,di spenderli nel migliore dei modi.Malgrado tutto sembri ripetitivo e scontato,avremo in cambio la serenità,speranza.

 Luca Soldati - 05/01/2012 11:08:00 [ leggi altri commenti di Luca Soldati » ]

Il "Salvatore" lo si incontra solo "nel Sogno", ma per indiarci - per dirla con Dante - forse non ne abbiamo bi-sogno, basta la vita che nella terribile, meravigliosa incomprensibilità di tramonti, notti e poesie ci consente ugualmente di trascenderci. Complimenti Lorena.

Ti abbraccio.

P.S. Sai, avevo una una zia originaria della Garfagnana, di Canigiano per la precisione...

 Lorena Turri - 03/01/2012 19:38:00 [ leggi altri commenti di Lorena Turri » ]

Eccomi di nuovo qui a ringraziare, oltre i miei silenti lettori, i miei numerosi commentatori:

@Franca
mi chiedo cosa mai riuscirò a scrivere in quei lunghi giorni che verranno. Ma non voglio pensarci! Confido negli dei che mi mandino i primi giusti versi. Grazie per tutte le belle parole e per il tempo che dedichi a me. Con affetto.

@Ferdinando
Sono io, quella commossa per queste tue parole. Ho molto a caro ogni tuo commento. Grazie per l’augurio che ricambio con stima e affetto.

@Alessandra
Sapere che i miei versi suscitano emozioni... mi emoziona!
Grazie!!! Buon Anno, lieto e sereno.

@Maura
Tanti auguri anche a te e un grazie dal cuore!

@Giuliano
Anche il tuo abbraccio forte fa bene al cuore e all’anima!

@Serenella
Amica mia, grazie! Speriamo che sia davvero così come dici. A presto... torno, torno...

 Franca Alaimo - 02/01/2012 23:58:00 [ leggi altri commenti di Franca Alaimo » ]

Con una poesia davvero ricca di ingredienti (la descrizione, la riflessione, il recupero della favola e del sogno, la lode della Poesia) Lorena, nel cogliere la delusione della monotonia quotidiana dopo l’eccitazioen della festa, la riscatta immediatamente con una favola onirica che si traduce in una speranza concreta. La perla della Poesia come quella marina nasce da un’abnormità, da una deformazione, da un male, ma, come quella, sa eleborarli e trasformarli in purezza e luce. E’ un augurio, è una promessa, Lorena! Ti aspettano più di 360 giorni per scrivere le tue poesie.

 Ferdinando Battaglia - 02/01/2012 18:32:00 [ leggi altri commenti di Ferdinando Battaglia » ]

Veramente commosso per questo regalo così alto.
Sei luminosamente "spietata", Lorena: il tuo senso della realtà umana e della verità sferza le nostre negligenze e le nostre colpevoli incapacità ad accorgergi del dolore delgi altri, per i quali troppe volte "ogni alba ritorna inesorabile/e sempre uguale".
Ciao Lorena, un augurio per questo anno affinché la tua casa sia inondata di luce.

 Alessandra Ponticelli Conti - 02/01/2012 17:04:00 [ leggi altri commenti di Alessandra Ponticelli Conti » ]

Che emozione leggere questa poesia!

 Maura Potì - 02/01/2012 16:42:00 [ leggi altri commenti di Maura Potì » ]

Molto, molto bella, Lorena! Tanti auguri e un grande abbraccio

 Giuliano Brenna - 02/01/2012 16:26:00 [ leggi altri commenti di Giuliano Brenna » ]

Iniziare l’anno con una bella poesia scaturita da un bellissimo cuore fa davvero bene all’anima. Grazie a Lorena con un abbraccio forte!!

 serenella menichetti - 02/01/2012 12:10:00 [ leggi altri commenti di serenella menichetti » ]

Brava, hai iniziato l’anno egregiamente!

 Lorena Turri - 02/01/2012 11:15:00 [ leggi altri commenti di Lorena Turri » ]

@Leopoldo
Grazie, con un po’ d’imbarazzo. Non posso che dirmi felice se sono riuscita a legare forma e contenuto. Buon 2012!

@Loredana
Di ciò che si legge e ci è piaciuto, qualcosa rimane dentro e quiesce. Poi viene fuori all’improvviso, in altra forma, in altra materia. Forse è in quel momento che si è imparato. Grazie per la tua attenta lettura. Toscana forever! ;-) Buon anno, Lory!

@Giuseppe
E che inizio!...ora mi toccherà scrivere poesie per tutto l’anno! ;-)
Grazie, colgo l’occasione per farti i miei più cari auguri. Un abbraccio.

@Maria
dopo aver letto il tuo commento mi sono guardata allo specchio e sono stata assalita da un sacco di dubbi...ma si sa non esistono più gli specchi di una volta! ;-) Grazie.

@Franco
adorabile!... non dirmi che ti sei svegliato all’alba per leggere la mia... poesia!

 leopoldo attolico - 02/01/2012 09:45:00 [ leggi altri commenti di leopoldo attolico » ]

La metafora del "volevamo costruire una casa" è costitutiva di questa densa rappresentazione ; densa perché organizzata in una delicata rete di richiami espressionistici e di altrettanto felici rimandi metrici .
Forma e contenuto festeggiano Lorena e il suo talento .

 Loredana Savelli - 02/01/2012 09:28:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

E’ il momento della Toscana: dopo Luca, Lorena!
Bellissima la fiaba del quarto dei Re Magi, ricordo di averla letta a mio figlio qualche anno fa e tu ne hai tratto, con sapienza, un succo di alta poesia, valido per ogni tempo, che sia gennaio o che sia altro tempo, comunque si tratta di un inizio pieno di speranza che si alimenta proprio dal dolore: perché dal tramonto e dalla notte nasce la poesia e la poesia è il linguaggio, anche imperfetto, dell’annuncio e della testimonianza.
Un caro abbraccio. Buon anno Lorena da replicare per ogni anno.

 Giuseppe Terracciano - 02/01/2012 08:47:00 [ leggi altri commenti di Giuseppe Terracciano » ]

Quando si dice cominciare bene l’anno!
Complimenti Lorena, è molto bella!

 Maria Musik - 02/01/2012 08:08:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

Che dire? E’ bella come te.

 Franco De Toffol - 02/01/2012 06:13:00 [ leggi altri commenti di Franco De Toffol » ]

grazie per questa perla