:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2021 [Invito a partecipare]
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Davide Savorelli
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1319 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun May 9 18:59:55 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Gitani

di Pietro Menditto
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 14/12/2011 08:44:46

Di noi è tutto vero.

Letto nelle lingue di fuoco del bivacco

che vedi dalla tua macchina in corsa

e il giorno dopo il ricordo t'ha disturbato.

 

E' vero il vero come è vero il falso, lo

sbagliato, il re cencioso di gioielli, il bimbo

nudo e scalzo; che ti priviamo dei sogni

tranquilli, che abbiamo svaligiato la casa

a te e a loro, ed è vero l'oro che ti abbiamo

tolto solo dopo che pende dal nostro collo,

stringe i nostri polsi, ci luccica agli anulari.

 

Stiamo tra gli angeli ribelli e quelli ordinari, 

prudenti come tutti i delinquenti,

e navighiamo senza rotta con le prue

taglienti dei nostri profili nobili

sulle sabbie mobili del vostro industrioso

                                                          divenire.

 

La nostra tribù non può morire,

perché non abbiamo il vostro cuore:

ha forse un cuore il vento, una passione,

un po’ d'amore il tempo inesistente,

                                            la vita negligente?

 

Siamo l'unica prova nel vuoto

che incolmabile è il vuoto.

Non ti dice nulla che noi togliamo

come il tempo, la morte, Dio tolgono?

Pensa di cosa siano privati i gitani, prova

una volta a immaginare il mondo senza

noi … Tranquillità: quale? Noi siamo

nella voragine dove tu potresti

inopinatamente finire (no, non ringraziare),

siamo le ossa che fanno pieno

il sepolcro sempre pronto ad inghiottire

uno che s'è un po’ distratto.

Tu, nella balìa del tempo, puoi giurare

oggi quello che sarai domani? Tu ci osservi

da una casa che credi sicura, noi siamo il popolo

del terremoto che da sempre dura, di cui non vi accorgete.

 

Se noi siamo di passaggio, voi allora, diteci, di cosa siete?

 

Di noi è tutto vero. E' vero il vero come è vero

il falso, il re d'oro cencioso, il bambino scalzo …

 

                                                                                   (2000)

 

 



« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Pietro Menditto, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Pietro Menditto, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Elenco delle somiglianze (Pubblicato il 11/07/2014 09:54:13 - visite: 1381) »

:: Un ricordo della fine (Pubblicato il 20/06/2014 08:09:15 - visite: 1299) »

:: Fino a quando? (Pubblicato il 15/04/2014 09:01:41 - visite: 1106) »

:: Ed io non so se questo stupore (Pubblicato il 04/04/2014 09:10:43 - visite: 1193) »

:: Epochè (Pubblicato il 29/01/2014 08:28:26 - visite: 1186) »

:: Due colombi (Pubblicato il 18/07/2013 10:30:57 - visite: 1308) »

:: Sbando nella legge estatica (Pubblicato il 27/06/2013 10:25:13 - visite: 1023) »

:: Ma allora cos’è (Pubblicato il 25/06/2013 08:00:19 - visite: 1265) »

:: Assenza di ispirazione (Pubblicato il 11/06/2013 12:05:27 - visite: 1578) »

:: La spazzola (Pubblicato il 26/04/2013 18:39:35 - visite: 1385) »