:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Raffaela Fazio
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia_settimanale
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1631 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Apr 15 04:44:49 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Versi tolti al futuro - inedito


Testo proposto da LaRecherche.it

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 17 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 31/12/2012 12:00:00

 

Sappiamo che fu una la partenza:

pozza di fuoco, bolla, fanghiglia,

e che di là, per tempi immisurabili,

venimmo ad essere pietra, serpe, ramo,

quindi mente che attorce e che addormenta.

 

Ora che un io mai sazio - esaltato

da dubbi estremi, da foghe eccessive,

dentro ogni gesto, dentro ogni tragitto

sempre si sente condannato a morte:

e resta il suo pensiero sovrastante,

resta la sua inderogabile norma -

 

quanto di tempo impiegherà quest’uomo,

così tanto occupato da se stesso,

a sentirsi a misura della foglia

che spunta da una minuscola polla

quindi si svolge come una ferita

- per saziarsi di notti e di mattini

e accogliere sul lucido panno

l’uccelletto, la mosca, la farfalla -

poi ingiallita staccarsi, accartocciarsi

in un suo soffio breve e appagata

disfare la sua cenere nel vento?

 

 

[ La poesia è tratta da una raccolta inedita di Elio Pecora, ed è una anticipazione che lo stesso autore ha voluto donare a LaRecherche.it e a tutti i suoi lettori, come buon augurio per il nuovo anno. ]

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 17 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

La Redazione, nella sezione Poesia_settimanale, ha pubblicato anche:

:: La macchina del tempo (Pubblicato il 12/04/2021 12:00:00 - visite: 81) »

:: Match Cuts: gli spostamenti del desiderio (Pubblicato il 05/04/2021 12:00:00 - visite: 103) »

:: Schiuma di quanti (Pubblicato il 29/03/2021 12:00:00 - visite: 102) »

:: All’altro capo (Pubblicato il 22/03/2021 12:00:00 - visite: 152) »

:: Prospettive - tre poesie inedite (Pubblicato il 15/03/2021 12:00:00 - visite: 123) »

:: Riconosciuta - Colpevole (Pubblicato il 08/03/2021 12:00:00 - visite: 129) »

:: Come d’uno che salga le scale (Pubblicato il 01/03/2021 12:00:00 - visite: 96) »

:: Mätarlarven (Pubblicato il 22/02/2021 12:00:00 - visite: 117) »

:: Coro (Pubblicato il 15/02/2021 12:00:00 - visite: 75) »

:: Trilogia d’un tormento (Pubblicato il 25/01/2021 12:00:00 - visite: 200) »