Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1005 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Sep 17 16:04:56 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

la debolezza del buio

di Anita Napolitano
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 10/06/2013 14:51:27

La debolezza del buio

Vorrei poter essere arco di Epiro

e far esplodere la prigione come fece Iperione per i Titani

Non ci sono Olimpi senza macchia e non sempre

il cielo stellato  illumina  vele d’ argento

Airone ferito, avventuriero dell’ ignoto

a cui è rimasta una sola ala,  non immalinconirti

non lasciare che la furia di Poseidone

inghiotta  le stanche piume

Guizza, guizza fuori come delfino

salta, salta si intravedono nuovi orizzonti  in dissolvenza

Il buio si arrende prima o poi, anche lui cade

e cede il passo al bagliore della luce

che abbaccina. Spezza le catene, ho provato a mettermi

dalla  parte del torto e tra il bianco e la coltre del nero

la differenza spicca

Non nascondere la debolezza, l’ onnipotenza

è degli Dei e alle volte nemmeno

Non Lasciare che il ramo offeso prenda

la sua via, solo tu  puoi assassinare con un colpo secco

il marcio, non c’ è prigione più angusta

del cuore, liberalo e fallo volare con una sola ala

e una soltanto, riuscirà a trovare la strada non temere

Dopo il lavoro estenuante dei campi

sotto i soli cocenti la carne è logora, ma

il raccolto delle messi sarà ancora

più prospero e saranno gli occhi dell’ anima

a mutare la visione, e solo così

che nasceranno i bimbi eredi universali

di un nuovo mondo

E quando le messi brilleranno al sole

laverai la tua giubba, laveremo le nostre giubbe sporche di sangue

solo così nasceranno i figli della speranza

dell’ alleanza che affratella. Fa che Acamante non guardi

più negli occhi la guerra né in terra, né in cielo

Cigno bianco

offeso non lasciare che la tempesta

accompagni il tuo respiro, impara a ballare

sotto la pioggia e  vedrai che l’ azzurro trafiggerà

la gabbia, lasciati alle spalle la condanna del nero,

il nero prima o poi si arrende

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Anita Napolitano, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Anita Napolitano, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: tu disteso io in piedi (Pubblicato il 28/02/2013 00:25:22 - visite: 1025) »