:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021: classifica
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 535 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Apr 9 04:03:47 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Mi sono svegliato

di Piero Passaro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 08/03/2015 18:43:48

Mi piace cucinare pasti che siano apprezzati talvolta. 

 

Rilasso me stesso leggendo la notte tardi, quando solo l'orologio non tace con i suoi tic-tac, per prendere sonno, visto che tranquillo non sono mai. 

 

Apprezzerò molto quando pioverà e ,scorgendo questo dalla finestra,la realizzerò forse come una metafora che significherà la mia protezione in un luogo non trovandomi in un altro che sembra così ostico.

 

Amerò stare con i miei amici, il mio immortale pubblico oltre ad essere quelli che mi conoscono meglio ed in profondità, facendomi notare come questo sia confortante ed eccitante. 

 

Vivrò sempre il contrasto di fare e non fare le cose giuste : prima ero incosciente e rifiutavo tutto senza sapere ciò che volevo. Ora lo so, ma convivo sempre contro l'altro me.

 

Mi piacerà sempre essere servizievole, essere utile agli altri in modi più o meno grandi, così da scrivere una storia dove i protagonisti siano loro e io l'aiuto. Forse è un modo molto interessante di conoscere persone. 

 

A quanto pare sarò per sempre innamorato di una semi sconosciuta e per sempre esorcizzerò i miei sogni su qualche blocchetto di carta reperito casualmente ovunque sia. Il contenuto di tali documenti non avrà alcun significato o scopo.

 

Sarò per sempre onni-comprensivo per quanto possa , perchè questa è la forma di potere più grande che possa attrarmi. 

 

Sarò per sempre molto civile e rispettoso, perchè quale che sia la relazione con qualunque individuo , questo è il modo che più mi allieta e più mi rappresenta. 

 

Per sempre soffrirò di ispirazioni che bruceranno e non avranno riscontro perchè penso , in modo un po' cialtronesco forse, che la migliore delle ispirazioni e la migliore idea provenga dalla testa e rimanga nella testa. Ciò che trascriviamo da quell'idea perderà sempre un po' di originalità. 

 

Per sempre scriverò qualcosa, non importa cosa, basta che mi faccia pensare alle atmosfere di un mondo non vero.

 

Per sempre non capirò mai le persone che ti tolgono il saluto senza motivo. 

 

Per sempre odierò quando mi sveglierò tardi , ma poi realizzerò ogni volta che è inevitabile.

 

Per sempre riguarderò centinaia di volte film già visti, sia perchè c'è sempre qualcosa che all'ennesima volta si coglie come nuova, sia per godermi piacevoli porzioni di realtà e di favolosissime narrazioni.

 

Per sempre mi chiederò perchè non vedrò per strada i veri uomini oggi...quelli con fare ideale, che non siano drogati dalla temporalità che vivono ma che rimangano saldi, che abbiano qualche tipo di sensibilità : artistica,emotiva,estetica o di qualunque altro tipo! Vederli per strada mi rassicura e mi ispira ma loro proprio non ci sono.

 

Non credo che avrò mai un parere deciso sull'umanità. Tra filantropia o nichilismo. Per sempre oscillerò.

 

Non sorriderò mai, ma farò sempre ridere moltissimo. 

 

Sospirerò spesso, senza farmi sentire. 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Piero Passaro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Piero Passaro, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Risposta automatizzata - All’utenza che esegue reazioni def (Pubblicato il 10/10/2018 15:10:36 - visite: 217) »

:: Tentativi dell’accendino che servono nell’epilogo (Pubblicato il 20/12/2017 23:19:03 - visite: 447) »

:: Alighetoù nel presente (Pubblicato il 11/12/2017 18:11:39 - visite: 322) »

:: La teoria della stalla di Mr Fred (Pubblicato il 05/12/2017 15:26:43 - visite: 354) »

:: Il raggiungimento di Mr. Nick (Pubblicato il 25/11/2017 15:32:51 - visite: 507) »

:: Duello tra memorie (Pubblicato il 30/09/2015 21:10:01 - visite: 736) »

:: E ti vengo a cercare (Pubblicato il 29/05/2015 13:46:52 - visite: 549) »

:: Pensieri natalizi per diverse categorie (Pubblicato il 10/03/2015 19:37:53 - visite: 510) »

:: Tutto in due secondi (Pubblicato il 08/03/2015 19:06:24 - visite: 658) »

:: Domenica mattina , ferragosto (Pubblicato il 08/03/2015 19:02:15 - visite: 657) »