:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Attenzione, dal 19 al 29 luglio 2024 è prevista una prima parte di lavori di manutenzione sul sito LaRecherche.it pertanto non sarà possibile, in tale periodo, registrarsi o autenticarsi, non sarà possibile pubblicare, commentare o gestire i propri testi in nessuna forma ma sarà possibile solo la consultazione/lettura del sito ed eventualmente la eliminazione dell'utenza di chi ne farà richiesta. Una seconda parte è prevista dopo la metà di agosto, le date saranno comunicate. Ci scusiamo per l'eventuale disagio. Ovviamente se riusciremo ad accorciare i tempi lo comunicheremo.
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 335 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Jul 20 01:12:10 UTC+0200 2024
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Una

di Elisa Mazzieri
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 23/12/2014 03:00:46

 

Ci spargeste d’oro voi e ci uccideste

voi pietrificaste il cobra rosso

badando a non confondere l’Idea

ci deste un’Ida stanca e sempre in lutto

guardiana della fiamma eppure cieca

che non poté distinguere la luce

col capo appesantito dalla calce

le ossa mezze rotte eppure viva

se ad altri lei si dette o voi la deste poco importa

con la bocca piena di cemento non si può mangiare uguale

 

Foste invidiosi della sua solitudine

Soli — voi — non potevate essere

perché terribile è la solitudine e magnifica

 

Con fibule serraste e ammutoliste

il ritmo sanguinante della Terra

per meglio aprirle il cuore a usufrutto

che il suo piacere libero sia colpa

ma se copriste il fiume di catrame

che il cielo si oscurò perché stupisce?

 

Così

sepolte mute e cieche ci rendeste

ma la solitudine nostra non l’avevate

perché terribile è la solitudine e onnipotente

 

Faceste fare il giro alla pienezza

squarciando buccia e polpa con l’arpione

che l’utile non sveli mai il diletto

bella o saggia — meglio dismessa

 

Eppure vi scorgemmo nello specchio

cercare con dovizia e sempre all’erta

mai soddisfatti — nemmeno per vendetta.

 

Terribile è la solitudine e trasparente

non ha sostanza alcuna e già le ha tutte

risale dalla Terra che è Parola è minima compatta eppure è ovunque

per questo ci provaste e per possesso

ma ancora come sempre Lei ritorna

l’antica Larva bianca che tempesta

i vostri sogni grigi e castigati

e più faceste buio col bitume

più lei splendeva ovunque tutta piena

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Elisa Mazzieri, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Elisa Mazzieri, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Al centro della tempesta (Pubblicato il 18/07/2024 02:24:47 - visite: 40) »

:: Due parole (Pubblicato il 11/04/2024 00:37:21 - visite: 115) »

:: Fra i giornali di ieri (Pubblicato il 01/04/2024 20:02:20 - visite: 111) »

:: Pensieri senza oggetto (Pubblicato il 30/03/2024 08:59:08 - visite: 113) »

:: L’alba dalle parti mie - italiano e romanesco (Pubblicato il 21/03/2024 04:20:37 - visite: 137) »

:: Don’t cry (inglese) (Pubblicato il 28/01/2024 18:31:18 - visite: 189) »

:: Festa in frantumi (Pubblicato il 03/01/2024 04:18:57 - visite: 161) »

:: Il massacro di Venere (Pubblicato il 28/12/2023 04:59:47 - visite: 124) »

:: Io amo queste strade (Pubblicato il 26/12/2023 01:20:40 - visite: 155) »

:: Complementare (Pubblicato il 04/12/2023 06:08:01 - visite: 229) »