:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2021 [Invito a partecipare]
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: le interviste agli autori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 156 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Jun 21 17:45:35 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Ἄρτεμις

di alessandro venuto
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 08/04/2020 14:19:32

Ho fatto un sogno.
Splendeano del sole forti
I raggi tra le foglie indorate
Di cattedrali di alberi
E ogive di rami,
correvo veloce tra le fronde;
in petto il cuore di gioia
Vita batteva forte e pulsava
sangue vivo e rosso, adrenalina
Dava ali alla corsa e a niente pensavo
Se non alla sete di correre
Che non si spegnea chè più forte
Avrei provato il desio di riaccenderla.
S’eccitava l’animo col profumo di selva
E l’agre fragranza dei pini, la vista s’inebriava
Sui tronchi eleganti di larici e faggi
E sui giochi di ombre e di luci.
Qualcosa s’è mosso,
ora non più.
Lo stupore sorpreso necessita di occhi socchiusi.
Là, nel fogliame fitto, un daino brunito resta immobile.
Ha il sospetto negli occhi di ambra.
Un attimo ancora,
e non è più. Inizia la caccia.
Corre l’uomo e bestia risveglia
Rincorrendo la preda
Ardente d’istinto, a un tratto sembra
Che ceda ma è solo un istante
E di nuovo riprende la folle sua corsa
E così io, di me inconsapevole.
Oh dei, quanto è costato il nostro
Essere uomini!
Ma ormai il daino è sfuggito
e stanco a un cipresso mi appoggio e ansimante ricado,
cercando aria da bere;
brilla di luce il riflesso di un lago,
risate di ragazze allietano l’aria ed eccole lì,
che schizzano acqua tra loro
con spruzzi d’argento. Tra loro v’è una
che della bellezza dei marmi risplende,
lucida pelle che pare scolpita da mano divina
e occhi di cerva color d’ossidiana
che all’arte e all’amore sublime
mi chiamano.
Oh, dolce risveglio di vita
Nel sogno potessi non svegliarmi
Mai! Trattieni quel giorno
Che la notte ha portato, Artemide,
allontana di Febo Apollo i cavalli
dal mondo perchè il nostro sonno
sia eterno! Tu mi richiami alla vita!
Ma non appena i tuoi occhi
incrociano i miei
ogni cosa finisce e misero
torno nel mio letto di sabbia,
con solo del cervo l’amaro ricordo
di un tempo dov'ero
divino.









« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore alessandro venuto, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

alessandro venuto, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: A render randagi i giorni (Pubblicato il 29/03/2021 14:18:21 - visite: 88) »

:: Come un versetto di Petrarca (Pubblicato il 15/03/2021 19:24:41 - visite: 125) »

:: È giunta l’ora che volge il disio. (Pubblicato il 26/02/2021 23:37:57 - visite: 114) »

:: L’ora più buia (Pubblicato il 17/02/2021 01:18:31 - visite: 82) »

:: Mattutino (Pubblicato il 24/01/2021 11:26:07 - visite: 102) »

:: Quella gioia incontenibile di scrivere. (Pubblicato il 22/01/2021 00:01:24 - visite: 88) »

:: Il carrozzone (Pubblicato il 05/08/2020 21:19:46 - visite: 115) »

:: quel che resta del sogno (Pubblicato il 04/08/2020 00:54:48 - visite: 141) »

:: requiem o canto dell’immenso (Pubblicato il 09/07/2020 23:58:30 - visite: 167) »

:: Il cielo di Ica (Pubblicato il 04/07/2020 14:13:15 - visite: 156) »