:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 35 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Feb 21 02:13:27 UTC+0100 2024
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Ti parrebbe una scia...

di Alberto Rizzi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 09/02/2024 21:05:23

Ti parrebbe una scia

                                perché ancora vuoi aggrapparti

a ciò che conoscesti

               abbandonasti

questo pulviscolo d'animule

                                           grumi di luce che già fu materia

 

ne riconosceresti

                          se ciò n'avesse d'importanza

 

Ma come non importa il senso

                                               quando come qui è suono

così la luce è bastante a se stessa

 

perciò non ha più 'mportanza

di nuovo scoprire càrovòlto

                            morbidità di pelo

                            occhi che sorrisero

l'incompreso che sputato

pur s'arrischiò a sollevarti l'animo

e che ora benvorrésti l'impulso d'abbracciare

 

Così questa luce è bastante a se stessa

e al tuo andare

                       posto che si vada

 

forse sei già giunto

 

forse non devi giungere, mai

 

forse giunto lo sei da sempre

 

 

(tratta dalla raccolta inedita

"In exitu")


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Alberto Rizzi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Alberto Rizzi, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Le ordinate siepi di quartiere... (Pubblicato il 24/01/2024 21:42:04 - visite: 55) »

:: Haiku 36 (Pubblicato il 22/01/2024 14:17:27 - visite: 46) »

:: ’La bassa collina...’ (Pubblicato il 03/12/2023 09:49:15 - visite: 75) »

:: Haiku 35 (Pubblicato il 14/10/2023 20:28:44 - visite: 75) »

:: La periferia è una verticalità di lampioni... (Pubblicato il 30/09/2023 17:58:23 - visite: 79) »

:: E’ irredenta questa strada... (Pubblicato il 24/09/2023 09:20:23 - visite: 66) »

:: Il suono perfetto d’una singola goccia di pioggia... (Pubblicato il 20/09/2023 12:33:16 - visite: 59) »

:: Pare immobile l’aria... (Pubblicato il 18/09/2023 09:54:02 - visite: 56) »

:: Haiku 34 (Pubblicato il 17/09/2023 09:41:17 - visite: 101) »

:: Pensiero stupendo (Pubblicato il 31/08/2023 12:26:04 - visite: 83) »