Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 70 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Mar 6 15:35:38 UTC+0100 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

non dico

di Ferdinando Battaglia
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 16/01/2021 19:48:07


il mondo delle sottrazioni
cancella, con fedele contabilità,
ogni addendo già computato in conto.
non v'è nuova immissione di flusso
a modificare il parziale dopo gli storni.
da luoghi inaccessibili ci hanno raggiunto echi
di possibili rientri, ma senza giorni
da rimettere in attivo come cifre.
leggo lì dove sono stato
un pregiudizio che interpreta i dati
confondendo un valore con un altro
ovvero chiudendo insieme alla finestra
anche il cielo di fuori ed il tendaggio
di vari colori. non voglio
chiederti ora dove sei né vantarmi
di una visione che pure in certi istanti
mi ha bruciato gli occhi. ora
che l'orologio non ha più ore da contare
non mi affido ma cedo al segno
raccolto nel dovere
di rimettere in ordine la cucina.
frammentari, arruffati e stranieri:
ogni tanto così muoiono i poeti
o quelli come me, senza verso.



« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Ferdinando Battaglia, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Ferdinando Battaglia, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Genchi (Pubblicato il 20/02/2021 08:40:33 - visite: 39) »

:: La preghiera di un ladro (Pubblicato il 23/01/2021 17:14:25 - visite: 69) »

:: La parola (Pubblicato il 13/12/2020 09:42:25 - visite: 73) »

:: Robertone (Pubblicato il 15/11/2020 11:50:13 - visite: 72) »

:: In memoria di C. (Pubblicato il 29/10/2020 06:43:20 - visite: 100) »

:: Lascia che gli asfalti di primavera (Pubblicato il 13/09/2020 16:38:15 - visite: 116) »

:: Dove vanno (Pubblicato il 17/05/2020 14:02:37 - visite: 204) »

:: perfetta contezza (Pubblicato il 22/02/2020 12:08:04 - visite: 169) »

:: Chiaritudine (Pubblicato il 17/02/2020 15:44:21 - visite: 215) »

:: Scavi (Pubblicato il 29/01/2020 14:29:07 - visite: 189) »