:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Proposta_Articolo
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 168 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Sep 16 14:40:41 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

In pochi attimi di vento di Fernanda Ferraresso

Argomento: Letteratura

Articolo di Fernanda Ferraresso 

Proposta di Marisa Madonini »

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 05/05/2021 12:21:42


La raccolta di poesia, haiku e fotografie in bianco e nero, si articola come un corpo, un corpo che ha perso la sua consistenza e cerca di disgregarsi poiché la percezione del mondo che appartiene a quel corpo è in bianco e nero, senza mezze tinte, senza possibilità di trovare varchi o ripari. Ogni testo, più specificamente, è un passo che organizza dapprima una dissolvenza e poi, grazie al lavorio della terra, della natura che entra in corpo attraverso immagini ma soprattutto odori, fantasmi che galleggiano e vivono di nebbia, acque che hanno in sé l’arcaicità e la potenza di un sacro incorruttibile, il vuoto, il silenzio, le tante declinazioni del verde, i cieli, le nuvole, gli animali che vivono le sponde e le golene, le spiagge, le case e i maceri, le piccole chiese, la luce, la notte, i cieli stellati oltre i confini dei paesi, e ancora i paesi, le case abbandonate e in rovina ma ancora in piedi, contro la forza del tempo e dell’acqua, i centri rurali e le poche anime che li vivono, storie di memorie letterarie e contadine…E ancora si potrebbe continuare in molti dettagli ma tutti, indistintamente tutti, contribuiscono a quietare un dolore che preme con forza, un’urgenza che chiede di trovare la sua erba medicamentosa, una parola di sale che sleghi dal capestro. Per questo il corpo centrale è dissolto in haiku, indicando il lungo periodo di eremitaggio in luoghi di silenzio, selvatici, abitati solo dal vento, dalle bestie delle paludi, dagli
uccelli, dalle piante. Pochissimi i tratti riservati agli uomini, alle persone, a cui si arriva nuovamente solo alla fine, quando il corpo, trovati i suoi collanti si è rigenerato, dando forma e ospitalità ad una parola modulata in versi, riversandosi esso stesso nella relazione con l’altro, anche l’altro se stesso. Le fotografie di Cristina Finotto, che all’interno del libro scandiscono precisi passaggi, sono paesaggi in cui viva si esprime la parola non detta, sono la terra della salvezza, intima, profonda, il linguaggio in cui i territori celati si esprimono oltre ogni vocabolario e sono il volto di quel paesaggio praticato in sé che ha ricostruito quel corpo, all’inizio smembrato, risanandolo.
E’ anche un ringraziamento, questo libro, a tutti coloro che in questa terra hanno abbattuto i limiti di confini inutili, aggiungendo luce alla profondità di questi spazi liberi.

fernanda ferraresso sentieridicartesensibili.wordpress.com

Da: In pochi attimi di vento


sognavo
tutte le notti sognavo un paese
posto ad oriente
un continente fatto di luce
una china trasparente
gocciando da un vaso
suonava parole di perla e di terra

così anche io
deposta la mia vecchia abitudine
come un abito da non indossare ancora
lasciati i fili del telaio
mi misi in mare e aperto il cielo
senza più trappole di tempeste nei miei piedi
e nelle braccia si misurò il viaggio
imbrigliò per notti e notti tutti i miei sogni
stesi ne fece teli
per le sue finestre


24
un sole d’acqua
lo specchio senza ombre
poi il vento

29

e bere bere
la tua nuvola d’aria
neve e luce

30

senza alcun suono
i piedi nella notte
le stelle intorno



« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Marisa Madonini, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Marisa Madonini, nella sezione Proposta_Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Libri ] Ricordo di Calasso da Radiotre Fahrenheit del 29.07 , di Radiotre Fahrenheit (Pubblicato il 31/07/2021 18:37:48 - visite: 96) »

:: [ Storia ] Un popolo inascoltato , di Nadia Conti (Pubblicato il 11/12/2020 17:26:48 - visite: 222) »

:: [ Poesia ] Il Condominio S.I.M. di A. Canzian , di Poesia del nostro tempo (Pubblicato il 30/09/2020 19:07:15 - visite: 608) »

:: [ Ecologia ] Overshoot day il debito ecologico da radiotre Fahrenheit , di Radio3 Fahrenheit (Pubblicato il 27/08/2020 10:53:32 - visite: 256) »

:: [ Società ] Rapporto sullo stato della popolazione nel mondo 2020 , di Noidonne.org (Pubblicato il 04/07/2020 17:35:04 - visite: 394) »

:: [ Libri ] Angelus Novus L’angelo di Walter Benjamin , di Walter Benjamin (Pubblicato il 03/03/2020 15:39:14 - visite: 654) »

:: [ Cinema ] Mujeres nel cinema , di Marisa Madonini (Pubblicato il 08/02/2020 09:11:58 - visite: 485) »

:: [ Filosofia ] Quando Emanuele Severino... Da Vita , di Emanuele Severino (Pubblicato il 23/01/2020 12:12:34 - visite: 453) »

:: [ Cultura ] XIV Festa del Cinema di Roma , di E. Colla da Noidonne.org (Pubblicato il 09/10/2019 15:28:56 - visite: 323) »

:: [ Filosofia/Scienza ] Elogio dell’alfabeto in Dialogo dei massimi sistemi , di Galileo Galilei (Pubblicato il 02/12/2018 18:58:31 - visite: 927) »