Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
Leggi il bando di concorso | Raccolta Fondi
 

Collana di eBook a cura di Giuliano Brenna e Roberto Maggiani

« ultimo pubblicato prec » « suc primo pubblicato »

eBook n. 111 :: Nell’erba il punto, di Federica Galetto
LaRecherche.it [Poesia]

Invia questo eBook al tuo Kindle o a quello di un amico »

Proponi questo libro ad uno o più lettori: invia il collegamento all'eBook
http://www.larecherche.it/librolibero_ebook.asp?Id=114

Formato PDF - 367 KByte
Scarica/apri/leggi [download] »
Aperto/scaricato 580 volte

Formato EPUB - 207 KByte
Scarica/apri/leggi [download] »
Aperto/scaricato 136 volte


Downloads totali: 717
Ultimo download:
14/12/2017 19:04:00
Data di pubblicazione:
06/06/2012 12:00:00
 
 

# 11 commenti a questo e-book [ scrivi il tuo commento ]

 Meth Sambiase - 18/09/2012 18:59:00 [ leggi altri commenti di Meth Sambiase » ]

E’ curiosa, aperta, accogliente. Ti chiede di chiederle, ti spiega che ha vissuto in tempi antichi, ha già visto. C’è una mistura di uccelli e ricordi, le stagioni passano fra le pianure e le isole del Nord, ed ancora i versi non hanno trovato l’ultimo spazio, se quel "conoscerti è abitare un luogo. Il punto nell’erba è una vita femmina.

 erremme - 13/07/2012 09:22:00 [ leggi altri commenti di erremme » ]

i miei complimenti
r.m.

 Vera d’Atri - 02/07/2012 17:54:00 [ leggi altri commenti di Vera d’Atri » ]

La trama corpo-paesaggio è necessaria all’autrice per evidenziare un suo io che vive in perfetta simbiosi con la natura. In queste poesie le parole, come un’imbastitura, attraversano e legano cose ed emozioni con straordinaria capacità di sintesi e bellezza formale.

 Narda Fattori - 28/06/2012 05:31:00 [ leggi altri commenti di Narda Fattori » ]

E’ buona poesia con versi di profonda visione . Innovativi.
Sono d’accordo con Loredana, anche se talvolta si coglie una sovrabbondanza dell’io emotivo che si creca di dominare con una ricercata lessicalità, che però fa perdere freschezza e verità.
Sono versi di buona maturità, sensuosi, intensi.

 marzialunni - 23/06/2012 22:36:00 [ leggi altri commenti di marzialunni » ]


Un vivo complimento per la scelta di un’opera che invoglia alla lettura, sorprende con armoniosità eppure non è scevra di ardue proposte di riflessione. Non mancano, relativamente al messaggio che se ne può trarre, i risvolti cupi, ma sono assimilati in un discorso di pura bellezza ed eleganza sapienziale.
Questo aspetto è singolare. Ci si chiede come possa una poesia mantenersi sul filo di una riflessione così profonda e radicale eppure trasmettere, vibrare, emozionalmente con grazia ed equilibrio, chiamando in causa un po’ tutte le corde dell’essere.
La risposta è nella scrittura, non improvvisata, ma in ogni caso ispirata, che Federica interpreta con piena libertà ed originalità. Un plauso sempre a Roberto Maggiani e a La Recherche per la fine proposta poetica.

 Antonio De Marchi-Gherini - 12/06/2012 22:34:00 [ leggi altri commenti di Antonio De Marchi-Gherini » ]

Poesia di buona levatura, anche se un maggior controllo del dato emotivo e quindi del fraseggio, che andrebbe maggiormente asciugato, non guastano però la freschezza del dettato poetico. La ricchezza figurale dei sentimenti e delle riflessioni. Come bene ha scritto Loredana Savelli, siamo in bilico tra sensualità e misticismo. D’altra parte l’estasi di Santa Teresa d’Avila mi sembra lì a confermare questa tesi.
Buona poesia, insomma, ma che potrà ulteriormente migliorare con il tempo e con un umile lavorio di bulino atto a cesellare meglio i versi. Auguri e complimenti.

 patrizia pallotta - 12/06/2012 18:53:00 [ leggi altri commenti di patrizia pallotta » ]

Scusate l’errore lasciato invece di lasiato. Vorrò leggere altre poesie di questa raccolta, per avere un’idea più completa e magari fare una recensione più consona.

 patrizia pallotta - 12/06/2012 18:49:00 [ leggi altri commenti di patrizia pallotta » ]

Quello che ho potuto leggere mi ha lasiato un’immagine visiva di questa poesia. La descrittiva e il lessico sono incisivi.
La natura, in primo piano, riesce a far sentire il battito dell’anima dela potessa.

 Loredana Savelli - 08/06/2012 08:15:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

"Vento furibondo sui colli
S’aprono le crepe di luce
e nubi si spezzano il collo
nei vuoti d’azzurro".
Mi imbatto in questi versi e... respiro.
Nelle immagini della natura, ariose, sconfinate, si respira libertà, una libertà raggiunta.
"Sono cose che ridono e temono le ore
eppure mi invento le gioie
nel correre spesso fra tende chiuse".
Respirando, poi, si coglie anche l’anelito mistico che pervade queste poesie.
"La mia voce antica
possiede le parole
In melodie d’alabastro
millenario riporta i suoni".
Questo volo libero ha anche il senso di un percorso interiore, alla ricerca della parte più autentica di se stessi.
"Come dervisci impudenti e nudi nella calura": è un verso di grande sensualità e tutto il libro ne è attraversato.
Complimenti all’autrice per la levità dei suoi toni espressivi, di alta poeticità.

 Marco Giampieri - 06/06/2012 10:56:00 [ leggi altri commenti di Marco Giampieri » ]

C’è una solennità e una spazialità di luce in queste poesie che, a volte, lascia sgomenti. Ogni parola sembra una foglia in gioco tra sole ed ombra in un mare immenso di profumi, colori, significati e sensazioni. Il vuoto si riempie di meraviglia e di "misericordia", anche il dolore partecipa con le sue "doglie in boccio".
Sono poesie bellissime che rapiscono per il linguaggio sospeso in una luce chiarissima e infinita.

 salvatoreviolante - 06/06/2012 08:42:00 [ leggi altri commenti di salvatoreviolante » ]

A leggerli, questi versi mostrano una precarietà d’anima che avanza nella sua ombra quotidiana attratta da finestre di luci. La poesia di Federica sta tutta lì, in questi chiaro-scuri. Gli oggetti sono solo appigli.