Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
10 ANNI DI RECHERCHE (presso Foollyk, Roma, 3 dicembre 2017 ore 17)
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
Leggi il bando di concorso | Raccolta Fondi
 

Collana di eBook a cura di Giuliano Brenna e Roberto Maggiani

« ultimo pubblicato prec » « suc primo pubblicato »

eBook n. 84 :: Girotondo, di Fabio Pasquarella
LaRecherche.it [Poesia]

Invia questo eBook al tuo Kindle o a quello di un amico »

Proponi questo libro ad uno o più lettori: invia il collegamento all'eBook
http://www.larecherche.it/librolibero_ebook.asp?Id=87
Di Fabio Pasquarella
puoi anche leggere:

Formato PDF - 235 KByte
Scarica/apri/leggi [download] »
Aperto/scaricato 617 volte



Downloads totali: 1,#QNAN
Ultimo download:
24/11/2017 10:20:00
Data di pubblicazione:
09/09/2011 12:00:00
 
Notizie sull'eBook
(per fermare lo scorrimento posizionarsi con il mouse sulla zona gialla):
Segnalato sui siti: Milano Arte Expo News e robertocorsi.wordpress.com
 

# 11 commenti a questo e-book [ scrivi il tuo commento ]

 silvia - 08/10/2011 20:07:00 [ leggi altri commenti di silvia » ]

ci vuole un’altra vita...

 Maria Grazia Cabras - 18/09/2011 16:35:00 [ leggi altri commenti di Maria Grazia Cabras » ]

un girotondo legato alle emozioni al pensiero ai gesti che accompagnano il vivere nella sua naturalezza. le creature gli umani le cose sono frammenti di natura dove la materia rappresenta la parte effimera della vita e soltanto l’essenza permane lasciando un segno nell’eternità.
un girotondo Zen - metafora della perfezione della forma - nel cui centro vuoto s’illumina l’invisibile

auguri vivissimi e complimenti a Fabio Pasquarella

 Giorgio Mancinelli - 17/09/2011 10:05:00 [ leggi altri commenti di Giorgio Mancinelli » ]

Intuitivo e dinamico,che quasi sfugge in alcuni passaggi più algidi, come istantanea illuminazione che coglie di sorpresa. Non per questo leggero, altresì profondo come profondi sanno essere certi battiti del cuore. Come "la bellezza del pettirosso che dopo aver cantato lascia vuoto il ramo", che in realtà non ci abbandona alla nostra quotidianità coatta, né ci allontana dalla straordinaria bellezza del creato, lasciando, dopo essersi allontanato, un alone di sé che invade l’assenza della sua immagine. Complimenti Fabio.

 Eugenio Nastasi - 15/09/2011 12:26:00 [ leggi altri commenti di Eugenio Nastasi » ]

Provo ad agganciare la bella postfazione di Roberto Corsi che, da cultore di "note effimere", "ca(r)pire l’effimero", anche di natura musicale, salda la sua pagina critica a due vettori "equilibrio" e "connotazioni sottostanti", individuati nel calcolatissino laboratorio poetico, "Girotondo", di Fabio Pasquarella. Proprio perchè si tratta di haiku, proprio perchè, voglio dire, la resa stilistica di Fabio imita Michelangelo nel "togliere" dalla massa, nel ridurre all’essenziale, alla frecciata gnomica, e la lettura brucia segni e senso tra i paletti di uno slalom speciale, conservando "equilibrio" e "sovra" o "sotto" sensi che giustificano pienamente la citazione di Rilke in poesia e di Mahler in musica del postfatore.
Pasquarella è capace di guardare e "vedere" cosa vibra in uno scatto, e, nel suo mondo poetico, quali legami di colori e suoni fermano la sua scrittura, quali interrogativi trarne, e quanto deve l’ umanità al mondo animale e vegetale da dio minore che si offre senza il "do ut des" degli uomini. A pag. 17 e a pag. 19 alcuni esempi per significare quel che dico, ma si può spigolare altrove come hanno già scritto altri amici.
Vorrei, infine, solo spezzare una lancia in questa occasione a favore della poesia rispetto al fotografia: le pennellate-haiku in poesia lasciano una scia che spingono a meditare, ti interrogano sul filo della parola, sollecitano il salto di qualità; la fotografia, avvalendosi degli effetti visivi, ottiene risultati più immediati e "quasi" esaustivi, che non sempre si portano un filo nei giochi della mente.
Ma è solo un mio parere. Intanto per Fabio trascrivo questo passaggio di Seneca:" Persevera ut coepisti et quantum potes, propera".
Eugenio Nastasi

 Narda Fattori - 14/09/2011 12:27:00 [ leggi altri commenti di Narda Fattori » ]

Ho già avuto modo di apprezzare Fabio. E’ un poeta che nel respiro breve fa entrare terra e cielo interi. Pure la sua visione è di creature minuscole ( formiche , farfalle,...), ma nel piccolo si rivela l’immenso. Potenza della poesia che sa essere visione e non arida sapienza.

 Michele Passalacqua - 14/09/2011 11:23:00 [ leggi altri commenti di Michele Passalacqua » ]

Ho particolarmente apprezzato la naturalezza e compiutezza formale di due testi:

Spenta la luce
ti infili intera sotto il lenzuolo
come una mela nella tasca -

sempre tenera e tonda
è la felicità.

***

Ho salvato la vita
ad una formica

poca cosa

chissà quante formiche
hanno salvato la mia.

***

A parte lavare il bagno, certo che ci sono cose più importanti delle sofferenze del cuore (personale). Per esempio: il cuore degli altri, o più radicalmente: il cuore.
Grazie.

 Francesca Luzzio - 10/09/2011 18:42:00 [ leggi altri commenti di Francesca Luzzio » ]

ATTRAVERSO POCHE, PREGNANTI ED ICASTICHE PAROLE I VERSI DI FABIO COLGONO MOMENTI DI VITA,STATI D’ANIMO ,SENSAZIONI.SI PRESENTANO AL LETTORE COME PROVERBI, METAFORICA ESPRESSIONE DI COSMICO SENTIRE

 leopoldo attolico - 09/09/2011 16:06:00 [ leggi altri commenti di leopoldo attolico » ]

La naturalezza del verso e dell’immagine è costitutiva di questi testi , a cui la misura breve conferisce quella leggera icasticità propria dei lirici greci . Pasquarella rifugge dal proporci ricami e delibazione acustica ; si gioca tutto su una parola profondamente "umana", in grado di esistere e durare anche oltre la poesia e le sue suggestioni .

 Loredana Savelli - 09/09/2011 15:28:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Entusiasmanti queste poesie, gioielli di passione umana, lettere miniate.

Solo un esempio:

"Saltella un bimbo
vestito da superman
nient’altro che aria
tra lui e la terra

anche oggi salvi."

Fabio Pasquarella conferma l’originalità del suo stile, già convincente nel precedente e-Book.
E’ uno stile che personalmente mi cattura perchè di ogni immagine, da buon forografo, l’autore sa cogliere il dettaglio "strambo", come fosse la voce fuori campo di un bambino, l’occhio innocente che osserva e osa dire: "L’imperatore è nudo"!
Ho la sensazione che Fabio Pasquarella abbia "necessità" di far fluire il suo grande talento in diverse forme e modalità, riserverà ancora delle gradite sorprese.

Complimenti!

 Simona - 09/09/2011 15:02:00 [ leggi altri commenti di Simona » ]

Ho la fortuna di essere amica e tua compagna di viaggio..oltre che tua compagna di vita. Sai fare emozionare perchè nella tua semplicità e purezza d’animo sei emozione.. SORRIDO PERCHÈ SO CHE IN OGNI TUO GESTO C’È AMORE E VITA PER NOI.

 Sam - 09/09/2011 13:10:00 [ leggi altri commenti di Sam » ]

Emozionante. Vero. Fa, sei come un pittore che da colore alle parole per poi comporle insieme in una melodia dolcissima, leggiadra, intensa.
Complimenti, mi riempi di gioia e orgoglio.
Ti voglio bene. Sam