Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Come io vedo il mondo

di Antonio Coppola
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 16/04/2011 10:40:12

il silenzioso e gelido cielo notturno, una quantità infinita di puntini luminosi su un manto nero... 

e pure, non è silenzioso, l'universo è frenetico, rumoroso, violento, pieno di esplosioni e collisioni da fine del mondo... è gelido, questo lo ammetto, sempre che non ci siano stelle nei paraggi.
per la quantità infinita di puntini luminosi, posso essere d'accordo, un astrofisico una volta ha detto che nella nostra galassia ci sono un numero di stelle pari ad un 1 seguito da 13 zeri, non so neanche pronunciare questo numero, ma stando a quell'astrofisico, ci sono quasi più stelle nella galassia che granelli di sabbia sulle spiagge della terra.
ho qualche problema ad accettare la parola puntini, visto che la più piccola di quelle stelle è ha una grandezza di diverse volte superiore a quella del nostro pianeta, per non parlare di quelle che sono grandi più del doppio del nostro sole.
non stà bene neanche il manto nero, perchè è coloratissimo, quasi nessuno riesce a vederlo, ad occhio nudo è impossibile, ma , la nostra galassia presenta una gamma di colori incredibile, nebulose, ammassi di polvere, fasce di asteroidi, comete, super nova, nane bianche, buchi neri, chissà cos'altro c'è la fuori...

e pure, riduciamo continuamente questo panorama infinito, ad un misero straccio nero, con qua e la, qualche puntino bianco


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Antonio Coppola, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Antonio Coppola, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Il vecchio e il bambino, 40 anni dopo (Pubblicato il 06/06/2011 22:00:41 - visite: 1121) »