Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1227 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Apr 13 04:39:25 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

L’arpa di Ethel

di Giovanni Ivano Sapienza
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 02/12/2012 20:08:24


La corda nera della tua arpa
freme improvvisa nella notte impervia,
martoriata da distanze:
hai lasciato anche stavolta la finestra aperta,
sul balcone dei tuoi gerani,
delle sensitive,
appena increspa il moto uniforme
dei tuoi sogni sereni superficie di teneri coralli…
Ascolto Rachmaninov,
dal secondo concerto per piano,
sillabo in me parole immemori nel tempo,
nate dal cono di eternità silenziose,
distillate in dolci malinconie.
Di tutto il travaglio di forme vicine e lontane,
rugoso gerbido, radure al tramonto
in meditazione
un grumo,più che strale,d’ineffabile sapore
riscaldo dentro al mio petto:
perché volevo dirtelo
che basta un tuo sorriso per tenermi desto
ed il mio cuore lo attraversano carovane di luce
migranti alla volta di costellazioni…

Viandante compiuto disegno dell’Essere semplice conato
d’espressione,germoglio di vita
tratta dal suolo di tenebre fertili,
soffio d’essenza qui portata dal vento,
diversa,geroglifico,ma tenera,
come carezzandomi,all’invito,
mi giungi dal miraggio della distanza,
dall’abaco tarlato del percorribile
improvvisa larva,
voce inquieta ad assolvermi a rendere più concitato
il mio respiro,con la tua istanza di luce,
io da parte mia non smetterò mai di cullarti,
infantile e velleitario preso da un sentimento,
dal fascino degli opposti quasi compresenti
nel mitico sogno del Tempo,
ignaro ma riconoscente,
eccitato il viso da quel tuo gioco di vele
tese e luccicanti,
ventilata con disinvoltura la vista avida di partenze,
di lidi,per serio gioco
andremo alla volta di un aquilone impigliatosi
fra le reti oniriche di Cassiopea…










« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giovanni Ivano Sapienza, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Ma il cane attende sul promontorio (Pubblicato il 26/11/2013 00:55:29 - visite: 879) »

:: ciel d’or (Pubblicato il 06/08/2013 23:58:00 - visite: 853) »

:: InSTALLAZIONE (Pubblicato il 04/08/2013 19:17:34 - visite: 885) »

:: Scherzo notturno (Pubblicato il 29/06/2013 11:14:59 - visite: 1136) »

:: La grande onda (Pubblicato il 05/04/2013 20:01:43 - visite: 1345) »

:: Bene (Pubblicato il 17/03/2013 20:06:26 - visite: 944) »

:: Ora puoi (Pubblicato il 10/01/2013 15:56:42 - visite: 950) »

:: Venti (Pubblicato il 03/01/2013 17:35:51 - visite: 986) »

:: L’esito (Pubblicato il 22/11/2012 19:12:33 - visite: 981) »

:: Lyric Abduction (Pubblicato il 15/10/2012 20:23:51 - visite: 1028) »