Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 932 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat May 25 21:52:53 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Sogni di un cane

di Silvia Rizzo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 30/03/2014 08:34:54

 

                                                       in molli saepe quiete

                                                      iactant crura tamen subito vocisque repente

                                                      mittunt (Lucrezio 4, 999-1001)

 

Quante strade ho percorso, quanti impervi

sentieri o tracce sola insieme a te,

mite mio cane dagli occhi dolenti,

dal pelo biondo com'è biondo il grano!

A volte vagavamo fra odorosi

boschi d'abeti e tu puntavi attento

e mi indicavi il balzo di un capriolo

in fuga a pochi passi.

Oppure salivamo su tappeti

strepitanti di foglie rosso-rame

in faggete montane, lungo un rivo,

e sedevamo in alto a contemplare

gli spazi interminati.

O ancora, andando tra le lave brune

del Mongibello, seguivamo un'erta

strada per muli lastricata in pietra,

stretta fra muri a secco di frutteti

e di vigneti dai contorti ceppi.

Sempre tu fosti mio compagno fido,

silente e vigile, e con me godevi

dell'ebbrezza del moto prolungato,

dell'aria rarefatta delle alture,

di immense solitudini, del bello,

che dispiegava intorno la natura.

 

Chissà se adesso che vecchiaia oscura

vela i tuoi occhi e frange la tua schiena

ti visita il ricordo del passato?

Talora nel silenzio del mio studio,

ove tu dormi lunghi sonni ed io

vigilo china sui libri e le carte,

di un abbaiare soffocato un'eco

mi scuote e vedo che nel sonno cieco

muovi le zampe e tutto vai fremendo.

Certo tu sogni, mite mio compagno,

e ti sembra di correre sfrenato

in cerchio insieme a me su un verde prato

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Silvia Rizzo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Preghiera (Pubblicato il 29/03/2014 07:33:13 - visite: 698) »

:: Valchiusa (Pubblicato il 29/03/2014 07:23:56 - visite: 1017) »

:: La Poesia #poesiapoeti (Pubblicato il 20/03/2014 21:34:42 - visite: 806) »

:: Il fiore del deserto #poesiapoeti (Pubblicato il 20/03/2014 21:31:49 - visite: 765) »

:: Aprile (Pubblicato il 14/11/2011 12:48:11 - visite: 976) »

:: Scilla bifolia (Pubblicato il 14/06/2011 12:45:04 - visite: 941) »

:: Ultimo addio (Pubblicato il 13/02/2011 08:44:05 - visite: 1008) »

:: lacrime di vento (Pubblicato il 28/01/2011 20:20:45 - visite: 1105) »

:: Separazione (Pubblicato il 21/01/2011 08:16:51 - visite: 1105) »

:: Locus amoenus (Pubblicato il 21/01/2011 08:09:45 - visite: 1285) »