:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Raffaela Fazio
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Pensieri
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 398 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Apr 18 04:45:56 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

ctrl

di Piero Passaro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i pensieri dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 08/03/2015 18:48:20

Sulla vita bisogna sempre mantenere controlli. Sempre, in ogni momento. Da quando ti svegli la mattina, a quando fai pausa pranzo a lavoro, anche quando ti accingi ad andare nel bagno. La questione è che i controlli regolano chi sei e cosa fai. Se non controlli bene la quantità di fumo che fumerai, questo ti porterà a stare tanto male. Ma ciò che proprio non mi va giù è "perchè devo subire la tentazione del fumo se poi devo controllarla?" Perchè in ogni cosa che hai fatto e che farai in questa vita, devi sempre preoccuparti dei modi, delle quantità, delle conseguenze? Su stesso e su gli altri? E' così tremendo...lo trovo poco rassicurante, poco naturale. Se si nasce e si cresce con pochi vizi bene, altrimenti...bene lo stesso. Voglio dire e fare tutto sempre , e in relazione al mio bisogno! Non voglio assolutamente impormi nulla. Vorrei che tutto fosse naturale e che tutti fossero naturali con se stessi e gli altri. In tutto questo c'è poi da aggiungere che talvolta però è beneficiario farsi controlli per sfuggire a quelli che una volta diventati vizi, diventano devasti. Una volta ho chiesto ad un mio caro amico " ma tu quando hai un pensiero fisso cosa fai per cercare di trovare pace? "   e lui mi rispose " purtroppo continuo a pensarci finchè non mi sfinisce." Lì irretii una magistrale verità. Se hai qualcosa per la testa, trovo molto ipocrita non pensarci (oltre che molto difficile). Ma certe volte occorre farlo; dimenticare , distrarsi, condursi momeneamente in uno stato di incapacità di pensare. Tutto è sempre momentaneo, frutto del momento e della necessità. Saremo mai noi stessi? In un momento di completa libertà comportamentale e mentale? Pensa al termine "razionale" e ti verrano in mente cose completamente opposte a ciò che ho scritto. Secondo me, da un punto di vista naturalistico, razionale è proprio tutto ciò che si accoppia e che sorride a quanto precede.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Piero Passaro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Piero Passaro, nella sezione Pensieri, ha pubblicato anche:

:: Il prodotto audiovisivo seriale: parere non chiesto. (Pubblicato il 19/01/2018 20:54:32 - visite: 336) »

:: Questo non hai mai letto niente di Marx, Kant, Hegel e altri (Pubblicato il 07/01/2018 12:12:57 - visite: 432) »

:: Stai parlando a te stesso (parte3) (Pubblicato il 06/11/2017 23:26:20 - visite: 482) »

:: Stai parlando a te stesso (parte2) (Pubblicato il 04/11/2017 01:31:03 - visite: 353) »

:: Stai parlando a te stesso (parte1) (Pubblicato il 29/10/2017 15:31:41 - visite: 379) »

:: Questo scritto è stato acconsentito ’dall’altro’ (Pubblicato il 15/05/2016 20:59:19 - visite: 613) »

:: Qual è il modo giusto di vivere? (Pubblicato il 07/04/2015 14:54:31 - visite: 1769) »

:: Considerazioni romantiche sulla musica di Beethoven (Pubblicato il 26/03/2015 15:50:55 - visite: 660) »

:: Onsoul (Pubblicato il 08/03/2015 19:11:47 - visite: 552) »

:: Non voglio imitarti ma apprezzarti ! (Pubblicato il 08/03/2015 18:52:23 - visite: 562) »