:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE CON LE NOSTRE LETTURE CONSIGLIATE
Il vuoto pieno di poesia, articolo di Donato Di Stasi
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Articoli
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1272 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Jul 31 07:15:58 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Poeti in dieci righe: Andrea Laiolo

Argomento: Poesia

di Alfredo Rienzi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 16/12/2016 14:52:02

Poeti (di Torino) in 10 righe - 7. Andrea LAIOLO

 

Andrea Laiolo, poeta, saggista, drammaturgo (Asti, 1971) vive a Torino. In poesia ha pubblicato, con le Ed. dell’Orso: Punctus contra punctum, (2004), I sedici soffi del martello (2007) e L'avvento della perfetta pantera (2009); con Joker L'aranceto nel marmo. Misuratezza e ludicizia. (2011); con Achille & La Tartaruga: La neve blu ( 2012) e La città della festa-icona senese (2016). La sua prima opera teatrale, scritta con D. Lessio, Le intronate, parlate per giullara sola, risale al 2008 (Joker).

 

Andrea è solo un rappresentante dell’antica tradizione” scriveva in una proprio nota biobibliografica Laiolo alcuni anni fa. Nel perimetro della sua poetica, che ha utilizzato diversi registri espressivi (lirico, satirico e burlesco, elegiaco, erotico-amoroso) il riferimento alla tradizione, è un punto fermo. Da qui, rigorosa e vigorosa la sua parola poetica, contro ogni trasandatezza formale, opera per ri-costruire o mantenere, con l’attenzione umile del cronista, la dicibilità del mondo.

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Andrea_Laiolo

 

 

 

Intermezzo di Jacopo della Quercia

II.

 

La linea

dell’Acca Larenzia

la trovai

in una ragazza del popolo,

nella sua morbida muscolatura

tornita dai molti carichi d’acqua

che certo ebbe a portare.

 

Eppure, non la sentivo ragazza:

con le spalle di sole,

i polpacci luminosi di calore

e i piedi nudi

sul terreno di polvere riarsa,

il suo corpo già aveva

solidità di madre –

 

e questa linea

già fecondata

io misi nella pietra –

la gioventù materna

io sperai la potesse riudire

in se stessa

l’inerte materia

che m’indugiavo a scolpire.

 

da Punctus contra punctum, Ed. dell’Orso, 2004, p. 49.

 

 

 

L’avvento della perfetta pantera

 

“[…] pantheram quam sequimur adinvenimus”

De vulgari eloquentia, I, XVI

 

I.

Se di te sola il mio canto donneava

di tre città si univa la distanza

in una rosa per la cui fragranza

intorno a te ogni senso si adunava.

Eri di vaghi antenati a Pistoia

misterioso sentore;

eri a Siena la timida gioia

delle madonne, eri il loro colore;

eri, celeste luoia,

nella tua Senigallia luna e albore.

 

Sei nell’eterno respiro del mondo:

sono eterno io nel tuo respiro.

Nel duomo gotico trova ritiro

l’anima vittoriosa nel profondo

del corpo e della cattedrale al cielo

come preghiera sale:

così tu sei tenuta dentro il velo

dell’atmosfera elevata e astrale

che specchia in te lo zelo

con cui si mostra ad ogni essere immortale.

 […]

 

da L'avvento della perfetta pantera, Ed. dell’Orso, 2009, p. 54.

 

 

UNA SOSTA D'ACQUA

Prima serie

II.

 

Discendo in te come nel marmo bianco:

e tutto è alto, lucente, terso incanto;

cingo l’ampia liscézza del tuo fianco

e mi vesto del tuo abbagliante manto.

 

Dal ventre delle montagne discende

la tua bianchezza: montagne che sórte

sono dal mare: il marmo le fende

unendole a sé nella bianca córte.

 

L’abbagliante chiarezza delle cime

risplende sull’argentea massa d’onde:

un frutto portentoso già s’imprime

dove l’acqua alla roccia si confonde.

 

Compenetrandoci fino al silenzio

l’onda risana la veglia turbata.

Dalla statura intatta ora licenzio

quanta follia tra noi si era posata.

 

da L’aranceto nel marmo. Misuratezza e ludicizia., Joker, 2011, p. 18.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Alfredo Rienzi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa pu sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di pi vai alla pagina personale dell'autore »]

Alfredo Rienzi, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Poesia ] Poeti in dieci righe: Franco Canavesio (Pubblicato il 28/11/2020 18:26:03 - visite: 203) »

:: [ Poesia ] Il coraggio di non lasciare il segno di Dario Talarico (Pubblicato il 07/11/2020 19:11:32 - visite: 260) »

:: [ Poesia ] Poeti in dieci righe: Augusto Blotto (Pubblicato il 05/10/2020 19:20:48 - visite: 178) »

:: [ Poesia ] Raffaele Piazza, Linea di poesia delle tue fragole (Pubblicato il 26/01/2020 18:11:54 - visite: 224) »

:: [ Poesia ] Incerto confine di Stefano Vitale e Albertina Bollati (Pubblicato il 25/01/2020 18:29:28 - visite: 259) »

:: [ Poesia ] I masticatori di stagnola, di Guglielmo Aprile (Pubblicato il 15/09/2019 18:50:21 - visite: 408) »

:: [ Poesia ] Poeti in dieci righe - Silvia Rosa (Pubblicato il 09/07/2019 19:35:32 - visite: 765) »

:: [ Poesia ] Artigianato sentimentale di Gabriele Borgna (Pubblicato il 24/06/2019 21:54:21 - visite: 702) »

:: [ Poesia ] Attraversamenti di Beppe Mariano (Pubblicato il 15/06/2019 23:04:31 - visite: 357) »

:: [ Poesia ] Poeti in dieci righe - Luigi Di Cesare (Pubblicato il 30/01/2018 15:55:44 - visite: 609) »