:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 111 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Apr 23 06:17:31 UTC+0200 2024
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

La Befana Spaziale

di Domenico De Ferraro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 05/01/2024 19:38:47

LA BEFANA SPAZIALE

Ogni storia è una fiaba ed ogni fiaba nasconde in se una morale  nel suo narrare . Era l’anno 2042 la terra era sul crollo di un collasso economico , l’anno nuovo   iniziò  in modo molto particolare. La Befana, la curva vecchina  dal naso ad uncino che la notte del sei  gennaio porta i doni ai bambini di tutto il mondo , era improvvisamente scomparsa. Nessuno sapeva dove fosse andata, e i bambini di tutto il mondo erano disperati. Piangevano e chiedevano spiegazioni , pretendevano i doni promessi. Volevano la  calza,  colma di dolciumi  e giocattoli.

Alla televisione la notizia iniziò a circolare su tutte le emittenti televisive nazionali ed internazionali . La gente disperata  , soprattutto negozianti e ristoratori a  causa dei  loro affari . Si misero  alla ricerca  della befana. Chi provò a cercala  , sotto il proprio letto di casa , chi dentro  il camino, chi sotto la macchina da cucire. Chi gridava sopra i monti innevati,  nell’eco del vento  il nome della befana. Ci fu una mobilitazione mondiale. Presidenti , re e regine , tutti i capi di stato erano visibilmente preoccupati.

Giunse cosi il cinque gennaio e della befana non si aveva alcuna notizia .  Un freddo polare fece annichilire i rami di mandarino e di arancio dei giardini. I poveretti che dormivano sotto i portici delle città si rannicchiarono dentro un doloroso ricordo . Il pomeriggio freddo e solitario  , una bambina di nome Sofia  stava giocando nel suo giardino quando vide qualcosa di strano nel cielo. Era una luce brillante che si avvicinava sempre più.  Sofia  si nascose dietro un cespuglio per vedere meglio.

Un  luce intensa apparve all’ improvviso  si posò su un prato vicino, e da essa scese  dal cavallo di una scopa,  una figura alta e slanciata. Era la Befana!

Sofia  non poteva credere ai suoi occhi , aveva davanti a se   la sua beniamina cosi  corse ad abbracciarla. La Befana la salutò con un sorriso.

"Ciao, Sofia ," disse. "Sono contenta di vederti."

"Dove sei stata?" chiese  Sofia . "Tutti ti cercano."

"Sono stata in viaggio," rispose la Befana.

"Ho visitato molti pianeti diversi."

"Pianeti diversi?" ripeté Sofia, incredula.

"Sì," disse la Befana. "Esiste un intero universo là fuori, pieno di bambini di diverse etnie . Ho pensato che fosse giusto portare i miei doni anche a loro."

Veramente hai visitato altri pianeti

Ho dormito e pranzato con tanti genitori

Abbiamo cantato insieme .

Veramente non ci posso credere .

Perché non mi porti con te.

Non posso , no,  quest’anno cara Sofia.

Forse il prossimo anno ,mi organizzo e verrai con me.

Mi aiuterai a portare i doni ai bambini del pianeta Zorba

E a quelli del pianeta Asura.

Si , si lo voglio. Sarebbe per me un esperienza unica.

 

Sofia era affascinata dalla storia della Befana. Le chiese di raccontarle tutto quello che aveva visto e fatto.

La Befana raccontò a Sofia  di aver incontrato bambini di tutte le razze e di tutte le culture. Aveva visto bambini che vivevano in case di pietra e bambini che vivevano in case di plastica. Aveva visto bambini che giocavano con giocattoli semplici e bambini che giocavano con giocattoli tecnologici.

Aveva visto uomini e robot ragionare tra loro.

Aveva incontrato ,  diversi babbi natali di diversi pianeti.

Aveva assistito a tanti concerti  di fine anno.

Ed aveva  pattinato sopra un pista di ghiaccio tridimensionale  sul pianeta Crystal.

Sofia , ascoltò  con attenzione.

Era come se stesse sognando.

"È stato un viaggio meraviglioso," disse la Befana alla fine del racconto. "Ho imparato molto dai bambini che ho incontrato."

Ho imparato cosa significa amare e vivere nell’innocenza di razze diverse . Ho provato ad essere , come una di loro. Sono stata accolta come una madre , come una sorella  mai come una befana o peggio una strega.

"Anch'io ho imparato molto," disse Sofia . " la tua storia mi ha aperto la porta per altre dimensioni possibili , mi ha messo addosso la  voglia di viaggiare e di visitare luoghi lontani , di conoscere altri pianeti ed altre razze ."

La Befana sorrise. "È stato un piacere," disse.

Sofia ti prometto che il prossimo anno ti porterò con me.

Poi, la Befana si chinò e mise una mano sulla testa di Sofia.

"Ciao Sofia continua a sognare ci vediamo il prossimo anno   " disse.

E, con un battito di ciglia, la Befana svanì nel nulla.

Sofia  rimase a lungo a guardare il punto in cui la Befana era scomparsa. Poi, si alzò e tornò a casa.

Quella notte, Sofia  andò a letto felice e contenta. Sapeva che la Befana sarebbe ritornata l'anno prossimo, e avrebbe mantenuta la  sua promessa , sarebbe andata con lei in giro per l’universo sconosciuto a cavallo della sua formidabile scopa a portare  i doni a tutti i bambini del mondo  anche quelli che vivevano su altri pianeti. Perché sognare è facile basta socchiudere gli occhi e desiderare di vivere un'altra vita.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Domenico De Ferraro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Domenico De Ferraro, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Confessioni Di Una Giovane Scrittrice (Pubblicato il 14/10/2023 19:26:07 - visite: 154) »

:: Quando L’ammore Morde (Pubblicato il 27/03/2021 17:02:39 - visite: 355) »

:: Buon Anno Robot (Pubblicato il 02/01/2021 16:57:19 - visite: 290) »

:: Personaggi In Viaggio Verso L’Ignoto (Pubblicato il 19/06/2020 17:59:08 - visite: 602) »

:: Il Canto Dell’Infermo (Pubblicato il 29/03/2020 12:09:18 - visite: 397) »

:: Il Grande Jeeg Robot (Pubblicato il 24/03/2019 16:52:22 - visite: 536) »

:: Le Passioni Di Angelina (Pubblicato il 28/02/2019 16:44:00 - visite: 625) »

:: Il Gatto Babuk (Pubblicato il 31/10/2018 20:09:42 - visite: 531) »

:: Poemio e Tre canti della Eterna Estate (Pubblicato il 07/07/2018 16:48:45 - visite: 713) »

:: L’Abito Di Natale (Pubblicato il 26/12/2016 10:48:42 - visite: 856) »