:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 348 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Jun 27 09:40:40 UTC+0200 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il sentiero delle biciclette

di cristina bizzarri
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 9 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 03/10/2021 21:19:30

Il Pellicano fermo sul pilastro

di dura pietra che lo compone 

invita a deporre antiche mestizie

per vasta più ariosa letizia.

 

Traluce tra un alfa e un omega

lo stretto passaggio di terra,

nascosto riparo di biciclette.

 

Partire è tornare fanciulli,

lied di gaiezza vibrato nel petto.

 

E come in un presto voltavi la testa -

sostavi curvando in strombato portale

che chiama materno e aperto invagina.

 

Sfiorare figure di legno in glissando

tra gessi miniati da mormorii -

intuito improvviso d’immenso.

 

Oh di fanciulla sovrasta ogni coro 

nel trampolino per sogni soavi 

che non sapevi fossero spenti.

 

rosa caleidoscopica rosa

ti volle qualcuno e ti asperse

in corde mei cordis silente

 

Andare sospinti dai rami

più taciturni e fatti viventi

scendendo da tronchi di vento -

rinati nel tutto più verde 

su palchi cosparsi di foglie -

 

( il  molo fin giù a capofitto,

lo sguardo annegato nel mare ).

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 9 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore cristina bizzarri, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa pu sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di pi vai alla pagina personale dell'autore »]

cristina bizzarri, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Font (Pubblicato il 13/05/2022 08:41:42 - visite: 139) »

:: Stanno su (Pubblicato il 10/04/2022 18:53:53 - visite: 171) »

:: La struttura del quadro (Pubblicato il 26/03/2022 13:05:20 - visite: 162) »

:: Tutto va secondo i piani (Pubblicato il 16/03/2022 17:28:47 - visite: 148) »

:: Ogni primavera anticamente (Pubblicato il 10/02/2022 14:46:28 - visite: 205) »

:: Nelle minime cose intravedi (Pubblicato il 26/01/2022 11:43:31 - visite: 176) »

:: Ogni giorno leviga il precedente (Pubblicato il 30/10/2021 09:32:12 - visite: 204) »

:: Incisioni (Pubblicato il 17/10/2021 15:39:33 - visite: 379) »

:: Sono la luna sopra il lago (Pubblicato il 02/08/2021 09:31:41 - visite: 269) »

:: Non amo - Per Saman Abbas (Pubblicato il 12/06/2021 20:00:13 - visite: 480) »