:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 141 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Jul 5 03:53:33 UTC+0200 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Su una spiaggia di Marzo

di Angelo NGE Colella
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 28/03/2022 22:58:04

Su una spiaggia di Marzo ho visto un’onda

ormai rinseccolita e rattrappita

tutta strizzata e disacquata

gettata lì sul dorso all’aria

che faceva venire la pietà di raccoglierla

e restituirla al largo

ma in quello stato è una crudeltà.

Nemmeno i molluschi vi si erano agguantati

non era emolluta di alghe

e non c’era un solo gabbiano ingolosito.

 

Succede perché

le onde le prendono quando lasciano la foce dei fiumi

appena dopo nate

che vanno d’istinto dove il mare è aperto

e le vedono come tranci di mare già salati

e gli tolgono l’acqua

lavorata e imbottigliata in bottiglia per berla

oppure anche la grattano via e

grattugiata ci si fa

un fluido fluidificante

su cui scivolare meglio i natanti

navi e bagnanti.

 

Perché le onde sono i maiali del mare

e purtroppo non se ne butta via niente.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Angelo NGE Colella , dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Angelo NGE Colella , nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Ho cucito una bella toppa alla serratura (Pubblicato il 28/03/2022 22:56:58 - visite: 49) »

:: Nel becco della notte (Pubblicato il 04/01/2022 22:58:40 - visite: 109) »

:: Mi ha attraversato un sogno (Pubblicato il 28/12/2021 22:17:51 - visite: 151) »

:: Sul bus ho incontrato il mio Amore (Pubblicato il 24/06/2021 22:26:06 - visite: 168) »

:: Al filosofo da tasca di qualcuno (Pubblicato il 18/06/2021 17:36:26 - visite: 395) »

:: La Morte mi ha detto (Pubblicato il 13/06/2021 23:02:24 - visite: 401) »

:: Quando restavamo a casa (Pubblicato il 15/05/2021 18:54:33 - visite: 448) »

:: Ti ho fatto una domanda con le mie mani (Pubblicato il 15/05/2021 18:35:07 - visite: 286) »

:: Siediti e andiamo (Pubblicato il 08/05/2021 19:11:31 - visite: 328) »

:: Il tuo occhio caldo come un nido (Pubblicato il 08/05/2021 19:09:32 - visite: 394) »