:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
“Poco allegretto”, di Manuel de Freitas [collana Poesia]
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 208 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Nov 29 01:06:19 UTC+0100 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Al filosofo da tasca di qualcuno

di Angelo NGE Colella
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 18/06/2021 17:36:26

Al filosofo da tasca di qualcuno
sfuggì una pagina
e lo strappo per poco non gli ruppe il braccio.
 
Io la raccolsi e la guardai:
l'avevo scritta io
ma non riuscivo a leggerla, 
era tutta sgonfia e si afflosciava.
Qualcuno dei fili aveva fatto falso contatto,
ma anche ad aprire la copertina
non avrei saputo dove mettere le mani.
 
Ci soffiai sopra 
e, per fortuna, i tizzoni si riebbero un po'
e brillarono come ex-fidanzate.
Qualcuno mi vide da lontano. 
e mi intimò di smettere di maltrattarla.
 
Venne chiamato un medium
che invece di leggere
ci sentì le anime inquiete dei morti
e disse che la pagina era stata scritta
su un vecchio cimitero indiano.
 
Da un tratto saltò fuori
un grosso gatto nero
e mi spaventai così tanto
che dimenticai un sacco di sinonimi. 
 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Angelo NGE Colella , dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Angelo NGE Colella , nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Sul bus ho incontrato il mio Amore (Pubblicato il 24/06/2021 22:26:06 - visite: 107) »

:: La Morte mi ha detto (Pubblicato il 13/06/2021 23:02:24 - visite: 169) »

:: Quando restavamo a casa (Pubblicato il 15/05/2021 18:54:33 - visite: 219) »

:: Ti ho fatto una domanda con le mie mani (Pubblicato il 15/05/2021 18:35:07 - visite: 166) »

:: Siediti e andiamo (Pubblicato il 08/05/2021 19:11:31 - visite: 192) »

:: Il tuo occhio caldo come un nido (Pubblicato il 08/05/2021 19:09:32 - visite: 243) »

:: Passavamo i pomeriggi a toglierti i denti (Pubblicato il 11/04/2021 19:17:32 - visite: 189) »

:: Ti sei dimenticata la voce nel mio orecchio (Pubblicato il 05/04/2021 20:53:14 - visite: 183) »

:: Ti ho messo la marea ai piedi del letto (Pubblicato il 05/01/2021 22:40:24 - visite: 273) »

:: Sono tornate le stelle anche stanotte (Pubblicato il 29/12/2020 22:11:48 - visite: 153) »