:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 127 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue May 21 18:57:38 UTC+0200 2024
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Essere combattuto

di Robert Wasp Pirsig
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 11/04/2024 12:20:03

Si sa che nell’erba ‒ pure incolta o ignorante ‒,

le greggi muovono le mandibole più che l'occhio 

del ciclope. E siamo consapevoli che il ciclone

è nell’aria una guerra tra elementi cosiddetti

avventori del locale. Ma davvero davvero ciò

che entra nella carne prende sapore a memoria?

Questo mi chiedevi, Antifo dal bianco chitone,

e risposi con una gemma da orto retore: e se Paride 

avesse informato il re padre delle sue intenzioni, 

più che informarsi della regina da ratto, quali dei

tanti sarebbero ancora con noi?

Il sangue non è aereo ma schizza nello spazio

spinto dal cuore oltre il necessario, se tanto tanto

se ne fa mansione. Uno shuttle lanciato nell’orbita 

di pachamama, che mi piacerebbe conoscere, Antifo. 

La tua linfa cola dai denti del monocolo gigante 

lì impalato per avere tregua. E fu la fuga a renderci

soli con tutta la luce che venne dopo.

Come ti dissi sul pontile, quel che atterrisce 

nella partenza per la guerra è di farla 

in tempo. 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Robert Wasp Pirsig, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Robert Wasp Pirsig, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Sollievo a stento (Pubblicato il 21/05/2024 15:04:55 - visite: 30) »

:: Derive (Pubblicato il 15/05/2024 11:22:26 - visite: 71) »

:: In erba (Pubblicato il 08/05/2024 13:19:39 - visite: 87) »

:: In coronata (Pubblicato il 03/05/2024 15:01:03 - visite: 246) »

:: Furore con gemito (Pubblicato il 22/04/2024 12:32:56 - visite: 67) »

:: Paradono (Pubblicato il 08/04/2024 13:09:07 - visite: 138) »

:: Fregata (Pubblicato il 04/04/2024 12:32:19 - visite: 113) »

:: Alla prima uscita (Pubblicato il 25/03/2024 16:44:37 - visite: 130) »

:: Silenzio a parole (Pubblicato il 08/03/2024 13:55:27 - visite: 146) »

:: Con le squame nella rete (Pubblicato il 29/02/2024 10:48:15 - visite: 174) »