Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Donna senza danno

di Maria Musik
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 7 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 21/11/2008 20:31:39

Faccio la salita a fatica: colpa dello scirocco o delle troppe sigarette. Ho il fiato corto. La notte è umida, pare respirare goccioline. Mi sento un pesce rosso in una palla d’acqua sporca.
Sono inquieta. Questo nodo, questa cravatta troppo stretta che mi stringe la gola. Ingoio male. Comincio ad avvertire nelle orecchie i battiti cardiaci.
Un altro rumore gli fa da contrappunto. Sono passi, passi di uomo.
Automaticamente, stringo la borsa più forte e accelero, mio malgrado. L’istinto della preda ha acuito i sensi: olfatto e udito, potenziati, si attivano e cercano di intuire l’eventuale pericolo.
Dalle mani, scivolano in terra le chiavi dell’auto. Mi chino a raccoglierle: l’incedere dell’inseguitore si ferma, restituendo il silenzio all’erta di asfalto.
Adesso sono certa del pericolo. Se avanzo mi segue, se mi fermo anche lui si ferma.
Mi prende una rabbia feroce: perché devo avere paura? Perché non mi è concesso di camminare serena per le vie della mia città?
Il Libro della Genesi non la racconta tutta. E Dio disse alla donna: «Moltiplicherò i tuoi dolori e le tue gravidanze, con dolore partorirai figli. Verso tuo marito sarà il tuo istinto, ma egli ti dominerà» Poi, aggiunse: «Non potrai uscire da sola, la notte non ti apparterrà. Avrai paura, così la festa ti si rovinerà sempre».
No! Non ci sto. Adesso mi volto e lo guardo in faccia. Succeda quel che deve. Basta paura.
Mi giro di scatto. Una anziana signora è china sulle vaschette di alluminio e dispone con cura gli avanzi di una cena consumata da sola, preparata per molti, per i gatti amici.
Alza lo sguardo e mi sorride, sdentata.
Rispondo al saluto alzando una mano.
Mi giro e riprendo a salire.
Non mi sento sollevata: mi sento stupida! E triste. Forse la vera maledizione era un’altra. «Invecchierai, s’afflosceranno i seni, si diraderanno i capelli, ti cadranno i denti, sopravviverai al marito che ti ha dominata e regnerai sui gatti e sulla tua solitudine!».
Afferro le chiavi, salto in auto e viaggio sparata verso il centro, verso le luci.
Andrò a ballare prima che i seni ballonzolino sciatti, mi comprerò le caldarroste prima che i molari non le possano schiacciare e guarderò il Tevere scivolare via nella notte prima che gli occhi siano così pigri da non distinguere più una riva dall’altra.
Infondo, ho già partorito con dolore e servito un marito: voglio dimenticare serpenti e mele.
Oggi mi divertirò ad essere donna senza danno.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 7 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Maria Musik, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Maria Musik, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: 8 dicembre del ‘65 (Pubblicato il 08/12/2018 11:16:35 - visite: 242) »

:: 25, Morta che parla (Pubblicato il 25/11/2017 19:39:29 - visite: 492) »

:: #Svegliatitalia (Pubblicato il 23/01/2016 11:52:02 - visite: 881) »

:: Natale in casa Proietti (Pubblicato il 13/12/2015 14:15:13 - visite: 505) »

:: Un amore così grande (Pubblicato il 20/06/2015 02:19:27 - visite: 1087) »

:: Postribolo inverso (Pubblicato il 17/01/2015 15:20:08 - visite: 821) »

:: Il prete. (Pubblicato il 16/11/2014 10:52:32 - visite: 861) »

:: Pasquinata di Natale a Pasquetta (Pubblicato il 21/04/2014 21:43:03 - visite: 1025) »

:: Protomoteca. Effetto notte. (Pubblicato il 06/04/2014 13:46:39 - visite: 954) »

:: y (Pubblicato il 13/03/2014 20:50:19 - visite: 893) »