:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
“Tre monologhi. Penna, Morante, Wilcock”, di Elio Pecora [collana Racconti (Teatro)]
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1109 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Dec 3 06:50:02 UTC+0100 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il giovane presuntuoso...

di Catello Nastro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 17/05/2010 20:50:25

Il giovane presuntuoso e…
L’IFIGENIA IN TAURIDE DI EURIPIDE

Negli anni ’60, studente di notte e lavoratore di giorno, anche frequentante assiduamente il Liceo Classico proprio sopra il porto di Agropoli, appassionato, in maniera solo sufficiente agli studi classici, con poca dimestichezza con la lingua greca, avvenne un giorno d’estate un fatto molto strano che mi fece capire quanto fossi presuntuoso e piccolo allo stesso tempo. Davanti al caseificio di mio padre, buonanima, dove oggi esiste una famosa pizzeria, si erano fermati tre giovani tedeschi coetanei che parlavano abbastanza bene l’italiano. Entrai nella discussione. Le origini greche di Paestum, i templi, la cultura in generale, la scuola, gli studi classici. Frequentavo allora, non ricordo se il secondo o il terzo liceo. Anche i giovani studenti della Germania frequentavano una scuola classica. Siccome da poco avevamo studiato la tragedia greca di Euripide, “Ifigenia in Tauride”, per mostrar loro quanto ero bravo recitai i primi tre versi della tragedia, in greco naturalmente. Perché solo i primi tre versi? Perché conoscevo solo quelli a memoria. Ma, per la verità, molti altri colleghi avevano imparato a memoria anche di più. Appena terminato la mia recita mi aspettavo le congratulazioni dei presenti con relativa (loro) mortificazione. Ma ebbi appena il tempo di concludere il terzo verso che uno i essi riprese e continuò, per molti altri minuti, mostrando di conoscere a memoria, con una metrica straordinaria, tutta la tragedia greca di Euripide. Io, che all’inizio mi ero gonfiato come un pavone, mi sgonfiai immediatamente e mi sentii piccolo come un verme di fronte ad un leone. Da allora in poi quell’episodio modificò ed abbassò di molto la mia presunzione. Allora i turisti stranieri non erano molti ed entrare in contatto con essi, specialmente per coloro che non frequentavano assiduamente la vicina cittadina pestana, non era cosa semplice. Per di più, trovarli disponibili al dialogo culturale e preparati, era veramente arduo. Da quell’incontro ne uscii ridimensionato irrimediabilmente. Quando entro in contatto con uno sconosciuto cerco prima di indagare, ovviamente mettendo da parte tutta la mia boria giovanile e la mia presunzione. Questo è un episodio delle mia vita che codifico e rendo noto per iscritto ad oltre mezzo secolo di distanza. Questo sta ad indicare che non ho dimenticato, nel tempo, la lezione, che la lezione mi è servita e che mi ha fatto capire che la cultura è infinita: non ha limiti. Anche la cultura del contadino, del vecchio, del tipo strano. Anche la mia cultura, oramai settantenne, è una cultura popolare che si interessa agli strati bassi e travagliati della storia e della società. Qualcuno, della nobiltà (sic!!!) culturale del Cilento mi ha accusato di dedicarmi troppo alla cultura popolare. Ma io non ho mai dimenticato la mia origine e l’ambiente nel quale sono vissuto. D’altro canto se assieme a Dante e Petrarca, nella letteratura del 300 trova posto anche il Boccaccio, sta a significare che, nella cultura contemporanea cilentana, ci sta un posticino anche per me.

Catello Nastro

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Catello Nastro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Catello Nastro, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Dal teatro l’ultimo riconoscimento (Pubblicato il 18/01/2013 21:23:16 - visite: 1145) »

:: Via lucis ad Agropoli (Pubblicato il 06/04/2012 22:06:59 - visite: 1324) »

:: Iniziativa dell’AUSER di Agropoli (Pubblicato il 15/03/2012 22:17:31 - visite: 1181) »

:: Undici Undici Undici (Pubblicato il 10/11/2011 23:56:21 - visite: 1058) »

:: Un colpo di cannone (Pubblicato il 18/07/2011 00:36:29 - visite: 1286) »

:: La vela (Pubblicato il 07/10/2010 22:14:45 - visite: 1130) »

:: Un cane in Paradiso (Pubblicato il 17/10/2008 12:25:13 - visite: 1330) »

:: I BAMBOCCIONI - capitolo quinto (Pubblicato il 15/07/2008 22:54:44 - visite: 1547) »

:: I BAMBOCCIONI - capitolo quarto (Pubblicato il 15/07/2008 22:49:29 - visite: 1165) »

:: I BAMBOCCIONI - capitolo terzo (Pubblicato il 15/07/2008 22:48:08 - visite: 1215) »