Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 508 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Sep 20 00:48:45 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

THE VOICE OF LEBANON - La voce del Libano

di Franca Colozzo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 11/08/2020 17:48:01

Invio in segno di amicizia tra i nostri due paesi, Italia e Libano, una mia poesia pubblicata sul web e su vari siti letterari, in particolare su La Recherche (www.larecherche.it).
Sperando che l'apprezziate e certa che l'Italia sta facendo la sua parte, come sempre vicina al Libano, è il mio umile omaggio ad una terra martoriata da sempre alle porte del medio Oriente.  Grazie per la cortese attenzione con l'auspicio che questo triste momento sia solo un brutto ricordo di monito per tutto il mondo.
 

As a sign of friendship between our two countries, Italy and Lebanon, a poem of mine published on the web and on various literary sites, in particular on La Recherche (www.la recherche.it): 
Hoping that you appreciate it and certain that Italy is doing its part, as always close to Lebanon, it is my humble homage to a tormented land that has always been at the gates of the Middle East. Thank you for your kind attention with the hope that this sad moment is just a bad reminder to the whole world.

 

 

         LA VOCE DEL LIBANO

 

Qual è la voce del Libano?

Quale l'attesa di verità?

Inganno o illusione del vero

si celano tra le rovine dell'incuria umana?

Come ti senti Beirut ora?

Quale calamità maggiore del tuo volto devastato!

 

Oggi navigo in mezzo al tormento di domande senza risposta,

ma chi conosce la verità, parli per favore.

L'incubo del terrorismo mi ha stretto un nodo alla gola:

scopri il velo, o uomo, che giaci esangue sulle soglie del tempo!

Siano la tua fede la tua bandiera, la libertà la tua veste,

l'umanità il tuo destino a metà tra animale e divino.

 

Un Adamo sbagliato ed un’ Eva complice

alla ricerca dell’ illusione d'una felicità

senza spazio né tempo.

Adamo si dovrà purificare,

ma Eva non fu la principale artefice, 

solo l'anima d'un Adamo

schiavo dei suoi desideri.

 

BEIRUT piange ora i morti suoi.

Ma chi sradicherà la radice del male, dell'intolleranza,

della schiavitù, chi romperà le catene?

 

Alzati Libano dalle tue ceneri,

riprendi il cammino di accoglienza, solidarietà, amore.

Nei tuoi campi profughi conti le ore

d'una clessidra ferma  all'esplosione.

Alzati Libano e cammina ancora:

tu sei del Medio Oriente la bussola,

il faro in un mare tempestoso,

la speranza negata, sei la vita mancata

al siriano, al profugo palestinese,

alla viltà d'un mondo immerso nel male.

 

LIBANO rinasci ora,

innalza nel vento la tua preghiera,

al di là d'ogni religione,

volerà alta la tua bandiera insanguinata

per afferrare il grido che si leva

dal tuo cuore stretto dal dolore.

Sia questo l'inizio di un nuovo fato,

un percorso negato finora alla Storia...

 

 

   * English version

 

              THE VOICE OF LEBANON

 

What is the voice of Lebanon?

What is the expectation of truth?

Deception or illusion of the truth

are hidden among the ruins of human neglect?

How do you feel Beirut now?

What greater calamity than your devastated face!

Today I sail through the torment of unanswered questions,

but whoever knows the truth, please speak.

The nightmare of terrorism has made a lump in my throat:

O man, discover the veil which  bloodless 

lies on the threshold of time!

May your faith be your banner, liberty your garment,

humanity your destiny halfway between animal and divine.

 

A wrong Adam and an accomplice Eve

in search of the illusion of happiness

without space or time.

Adam will have to be purified,

but Eve was not the main architect,

but the soul of an Adam enslaved by his desires.

Beirut now mourns his dead.

But who will eradicate the root of evil, intolerance,

of slavery, who will break the chains?

 

Rise Lebanon from your ashes,

resume the path of welcome, solidarity, love.

In your refugee camps you count the hours

of an hourglass stopped at the explosion.

Get up Lebanon and walk again:

you are the compass of the Middle East,

the lighthouse in a stormy sea,

hope denied, you are the missing life

to the Syrian, to the Palestinian refugee,

to the cowardice of a world steeped in evil.

 

Lebanon reborn now,

raise your prayer in the wind,

beyond any religion,

it will fly like your bloody flag

to grasp the cry that rises

from your heart tight in pain.

Let this be the beginning of a new fate,

a path so far denied to history. 

 

By Franca Colozzo

(All rights reserved)

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Franca Colozzo, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Franca Colozzo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Sognando l’Autunno - Dreaming of Autumn (Pubblicato il 02/09/2020 23:17:30 - visite: 235) »

:: Kashmiri Hymn, August 5, 2020 - ODE al Kashmir (Pubblicato il 04/08/2020 11:05:10 - visite: 599) »

:: Once upon a time there was Kashmir... (Pubblicato il 03/08/2020 17:46:38 - visite: 930) »

:: Wait for me on the threshold of time - Aspettami... (Pubblicato il 29/07/2020 23:47:30 - visite: 421) »

:: In fuga - Runaway (Pubblicato il 26/07/2020 23:39:27 - visite: 217) »

:: Abbraccio il sole - I embrace the sun (Pubblicato il 14/07/2020 00:57:18 - visite: 211) »

:: Proscenio da spaccio - (Pubblicato il 13/07/2020 23:43:20 - visite: 186) »

:: The seagulls of Istanbul - I gabbiani di Istanbul (Pubblicato il 14/06/2020 22:59:28 - visite: 390) »

:: Ore amanti - Hours lovers (Pubblicato il 03/06/2020 11:40:42 - visite: 269) »

:: ODE to JOY (Pubblicato il 20/05/2020 00:43:47 - visite: 338) »