Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 107 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Dec 2 17:37:01 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Mantenere a distanza

di Ferdinando Giordano
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 29/10/2020 18:02:00

 

La luce mente. Questione di misure 

inappuntabili. Al punto che l’osservatore 

col cuore in mano teme spazi mai visti.

E sono sguardi che sgranano gli occhi!

Sicché seminiamo immagini

che in seguito saranno sfollate. Ma

la vista calcola il raggio per affermarsi nel vano. 

Da lontano le rughe arrivano 

meno rughe, le mani meno mani;

per starti intorno i passanti si confondono

alle maschere con le occhiaie.

La strada ti circonda fino alle spalle. 

La luce inganna: i sette nanosecondi 

che permisero all’ape di saggiare il nettare, 

portano la notizia con ritardo

però le ali battevano all’epoca in fiore.

Vieni a fior di labbra per essere contemporanea. 

Non è mai adesso, per capirci.

Questa luce raggira e lo sguardo

è il suo imbroglio per diverso tempo.

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Ferdinando Giordano, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Ferdinando Giordano, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Per una volta niente ancora (Pubblicato il 20/11/2020 15:19:09 - visite: 88) »

:: Tornano tutte qui (Pubblicato il 12/11/2020 10:39:33 - visite: 86) »

:: Metto mano al buio (Pubblicato il 05/11/2020 13:12:30 - visite: 84) »

:: Man and drake (Pubblicato il 03/11/2020 13:06:16 - visite: 116) »

:: Dotati di giro (Pubblicato il 22/10/2020 15:08:22 - visite: 96) »

:: Che dici se ti suono (Pubblicato il 18/10/2020 11:16:29 - visite: 132) »

:: Tempo autunnato come si deve (Pubblicato il 14/10/2020 15:50:14 - visite: 143) »

:: Questo era tutto il mondo (Pubblicato il 10/09/2020 15:36:22 - visite: 79) »

:: Mimì, d’altra parte sei (Pubblicato il 04/09/2020 14:41:34 - visite: 195) »

:: Anamorfosi del castello in aria con giunzioni esposte (Pubblicato il 25/08/2020 13:45:23 - visite: 169) »