:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Il giardino di Sophia (Roma, 05/12/2022)
🖋 Benedetta Berio intervista a Il ramo e la foglia edizioni
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 103 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Dec 5 20:58:52 UTC+0100 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il pescatore

di Alessandro Carnier
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 05/02/2022 13:21:09

Cammini col favore delle tenebre, 

fino all'agognata sponda.

 

Ti prepari con calma, monti sicuro la canna, srotoli il finale è inneschi l'esca viva e bagnata.

 

La bruma si dirada e ti sorprende l'albeggiare, mentre il vettino impercettibilmente vibra è te ne vorresti andare. 

 

Si accavallano i pensieri: un abboccata, un'alga. No, la lenza si è impigliata. Sono poveri misteri. 

 

Resti immobile mentre il sole ti illumina la fronte e consideri ogni variabile, se il pesce guizza in aria tu socchiudi gli occhi è nulla ti tranquillizza.

 

Non sei certo della decisione presa e prendi un altra direzione. 

Hai lanciato troppo lontano, o magari troppo vicino. 

 

Era meglio spostarsi là, o  più in qua. 

Ho l'esca giusta, o sarebbe meglio questa qua.

 

Variabili infinite, risultati imprevedibili. 

L'imponderabilità è l'unica realtà. 

Non sai mai cosa accadrà.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Alessandro Carnier, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Alessandro Carnier, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: L’ora più buia (Pubblicato il 29/07/2022 06:14:52 - visite: 134) »

:: Foglie morte (Pubblicato il 13/02/2022 12:14:47 - visite: 233) »

:: La regina delle trote (Pubblicato il 01/01/2016 17:19:08 - visite: 892) »

:: Amate grave (Pubblicato il 27/12/2015 08:23:42 - visite: 576) »