Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Proposta_Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 815 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Nov 14 12:23:08 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

tratto da Le notti fiorentine

di Marina Cvetaeva, 

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 27/12/2016 20:14:25

Il mio totale oblio e il mio assoluto disconoscimento di oggi non sono altro che la tua presenza assoluta e il mio assorbimento totale di ieri.
Quanto eri – tanto oggi non sei più.
L’assoluta presenza a rovescio.
L’assoluto non può essere che assoluto. Una tale presenza può divenire soltanto una tale assenza.
Tutto – ieri, nulla – oggi.
Il mio totale oblio e il mio assoluto disconoscimento non sono che l’eco (rafforzata!) del vostro oblio e del vostro disconoscimento – che voi mi riconosciate per la strada o meno, che voi chiediate o meno mie notizie.
Se voi non mi dimenticate come io vi dimentico è perché non mi avete mai subìta come io vi subivo.
Se non mi dimenticate assolutamente, è perché non c’è nulla di assoluto

in voi, neppure l’indifferenza.
Io ho finito col non riconoscervi, voi non avete mai cominciato

a conoscermi.
Se io ho finito col dimenticarvi, voi non avete neanche avuto abbastanza di me, dentro di voi, per dimenticarmi.
Che cosa significa dimenticare un essere? Significa dimenticare quanto se ne è sofferto.
Affinché io, che ieri non conoscevo altro che voi, possa oggi non riconoscervi, è stato necessario che ieri non conoscessi altro che voi.
Il mio dimenticarvi è un titolo di nobiltà in più. Un certificato del vostro valore di un tempo.
Vendetta postuma? No. In ogni caso – non mia.
Qualcosa (una grande cosa!) si vendica per me e attraverso me. Volete il suo nome che io ancora non conosco?
L’amore? No.
L’amicizia? Neanche – ma siamo molto vicini: l’anima.
L’anima ferita in me e in tutte le altre anime. Ferita da voi e da tutti gli altri, eternamente ferita, che eternamente rinasce ed è, alla fine, invulnerabile.
L’incurabile – invulnerabile…

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Giovanni Baldaccini, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giovanni Baldaccini, nella sezione Proposta_Poesia, ha pubblicato anche:

:: Errore , di Mark Strand (Pubblicato il 24/08/2019 13:43:31 - visite: 130) »

:: Cose d’agosto , di Wallace Stevens (Pubblicato il 27/02/2019 11:14:41 - visite: 326) »

:: Una sera qualunque a New Haven , di Wallace Stevens (Pubblicato il 26/02/2019 19:23:18 - visite: 170) »

:: E lei si chiama ut pictura poesis , di John Ashbery (Pubblicato il 20/12/2018 12:41:31 - visite: 294) »

:: Ti conosco , di Paul Celan (Pubblicato il 19/12/2017 15:38:23 - visite: 494) »

:: Jackson Hotel , di Lynda Hull (Pubblicato il 09/08/2016 12:55:11 - visite: 664) »

:: Nei fiumi a nord del futuro da Virata di respiro , di paul celan (Pubblicato il 06/06/2016 14:49:09 - visite: 639) »

:: tenendo le cose assieme , di mark strand (Pubblicato il 26/05/2016 15:34:16 - visite: 386) »

:: da l’allegria in Vita di un uomo , di giuseppe ungaretti (Pubblicato il 22/05/2016 14:20:07 - visite: 548) »

:: il bacio , di anne sexton (Pubblicato il 22/05/2016 14:09:23 - visite: 514) »