Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Evoluzioni (Rivista e riproposta)

di Franco Bonvini
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 28/02/2018 09:27:10

Gas!

L' aereo iniziò a rollare sull' erba appena tagliata.

Prese subito velocità, facile con quel rapporto di potenza - peso.

Un leggero tocco alla leva del piano di coda e l' aereo iniziò a salire, lentamente.

Poi, con un brusco movimento del pollice sulla leva l' aereo si impennò puntando dritto al cielo.

L' altra leva, per gli alettoni, a destra per iniziare a volteggiare, avvitandosi nel cielo azzurro.

Pareva danzasse, piroettando, guardarlo da terra era uno spettacolo.

Il rivestimento delle ali, come braccia aperte, teso e lucido brillava al sole e l' aereo lasciava una scia di fumo, di olio di ricino, bianco.

Prima che stalli devi portarlo in posizione orizzontale, capovolgerlo manovrando gli alettoni e allora lo stesso movimento del piano di coda che l' aveva fatto salire lo manda in picchiata.

Pochi metri, tanto per aquistare velocità e tornare a risalire verso il cielo con più potenza.

Arrivò quasi a sparire, era un puntino alla vista, nel cielo, prima dello stallo.

Il piano di coda e il timone giocavano insieme per mantenere l' aereo fermo, in equilibrio, in piedi, dritto in mezzo al cielo.

Decidi tu quando portare il motore al minimo, puntare l' aereo a terra e cadere con la gravità.

Decidi tu quando portare gli alettoni a destra e il timone di coda a sinistra per iniziare un avvitamento lento, apparentemente sgraziato e incontrollato dal quale l' aereo non ne esce, neanche riportando i comandi a zero.

Ma non c' era da preoccuparsi, l' aveva fatto altre volte, al momento giusto un colpo d' acceleratore e l' aereo ripunta dritto a terra, avanza tempo e spazio per portarlo in orizzontale, in direzione della pista, oltrepassare gli alberi e iniziare la discesa per l' atterraggio...

 

Dalla sua postazione, immobile nel letto

lei guardava da dietro le palpebre chiuse tutte queste evoluzioni che lui le raccontava,

immaginava l' azzurro e il giallo, e il rosso delle ali brillare sopra gli alberi in fondo alla pista, e poi la discesa nel verde.

 

Lui ne era sicuro, di quando in quando gli sembrava di scorgere un sorriso , (e il sorriso di mamma era davvero bello) così ricominciava...


Gas! E l' aereo ripartì rollando sull' erba verde...


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Franco Bonvini, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Franco Bonvini, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Chi non ha mai seminato un’ alborella? (Pubblicato il 01/04/2019 09:01:50 - visite: 102) »

:: La merla (Pubblicato il 28/01/2019 13:56:38 - visite: 114) »

:: Rimorsi (Pubblicato il 06/08/2018 22:33:37 - visite: 177) »

:: Storie e intrecci (Pubblicato il 06/08/2018 22:31:31 - visite: 138) »

:: Gibson (Pubblicato il 23/06/2018 12:22:58 - visite: 198) »

:: Giardino segreto (Pubblicato il 07/02/2018 14:01:30 - visite: 244) »

:: Due piccole piume (Pubblicato il 18/01/2018 10:56:13 - visite: 196) »

:: Genti diverse (Pubblicato il 29/12/2017 11:01:05 - visite: 210) »

:: L’ Eritrea (Pubblicato il 28/08/2017 10:44:29 - visite: 396) »

:: Lettera d’ amore esagerata (Pubblicato il 16/01/2017 00:46:04 - visite: 388) »