:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 134 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Sep 19 17:38:17 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Al porto prima di partire

di Emanuela Lazzaro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 10/06/2021 15:53:29

Siede già al porto un apolide senza meta,

estraneo alle sirene della sera.

Gusta l’ultima tazzina di caffe,

accanto tiene una sigaretta mozza,

prima di partire per un’altra stagione,

egli ad un ricordo s’ancora,

per una donna che mai più dimenticherà.

 

Come un viandante grato al sentir vivere,

non manca più di illudersi,

pur di seguire una breve stella,

è la stessa che lo condurrà,

nel tramestio danzante delle placide onde,

tra i molti pensieri che oscillano,

in attimi in cui basterebbe mollare l’ancora.

 

Orsù, giovane perché ancora indugi?

Non puoi fuggire i sentimenti,

come un ignavo che non s’offende

e mentre il fuoco dorme in un portacenere,

il respiro tuo si posa nell’ora che viene:

degli uomini sono le traversate

oltre l’orizzonte e verso fati inusuali.

 

(poiché siamo tutti come barche sospese sul mare).

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Emanuela Lazzaro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Emanuela Lazzaro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: La libertà dell’anima. (Pubblicato il 11/08/2021 15:16:44 - visite: 85) »

:: Di vento e pioggia. (Pubblicato il 09/04/2021 22:45:24 - visite: 245) »

:: Sulla penna m’è rimasto un verso. (Pubblicato il 21/03/2021 01:40:47 - visite: 174) »

:: Memorie.... (Pubblicato il 27/01/2021 22:26:10 - visite: 165) »

:: La storia di una Vita #poesiapoeti (Pubblicato il 03/01/2021 17:04:49 - visite: 206) »

:: Sfumature d’Autunno (Pubblicato il 02/01/2021 11:33:50 - visite: 161) »

:: L’inverno tra i rami (a Treviso) (Pubblicato il 03/12/2020 20:31:32 - visite: 318) »

:: Veleno (Pubblicato il 02/12/2020 01:16:12 - visite: 227) »

:: I minuti che vivi. (Pubblicato il 17/09/2020 00:25:16 - visite: 198) »

:: Sogno di metà Autunno. (Pubblicato il 17/09/2020 00:16:54 - visite: 180) »