:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 132 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu May 23 01:16:59 UTC+0200 2024
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Parco della vittoria

di Dereck Louvrilanmè
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 19/03/2024 12:35:08

Dove è la fonte il gorgoglio racconta 

quanto è continua la portata scorrendo

la roccia. Ecco, questo è 

un collegamento al giovane che fece 

del legno di Luigi una specie di remi 

e dal varo alla secca infilò tempesta 

e bonaccia come perline di vento, 

alternandole poco precisamente

fino a portarle in vita. Una cintura 

che va allargandosi, oltretutto le faccio

il filo con torto.

La vita è, dunque, una formazione

che le capesante giudicano insufficiente

per due valve e, per una, solo amore, ossia:

in difetto di coppia meglio non darsi al volo.

Sapete come adeguarsi sia facilitato

dalle lame di scirocco. Una contemporaneità

di elementi abrasivi smerigliano gli occhi

ma la luce sfiorando la superiorità della sfera

riesce a far passare il rosso tramonto

e nutre la sera.

Ho trovato a quel tempo la mia specie 

in continente, già parco di ginestre.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Dereck Louvrilanmè, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Dereck Louvrilanmè, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Colto dal perso (Pubblicato il 04/03/2024 16:31:54 - visite: 126) »

:: Il conteggio che ci prenderà (Pubblicato il 11/02/2024 17:05:52 - visite: 133) »

:: Corre voce (Pubblicato il 31/01/2024 18:13:12 - visite: 121) »

:: Dato per Alan T. (Pubblicato il 18/01/2024 11:06:40 - visite: 95) »

:: Specchio delle mie trame (Pubblicato il 28/12/2023 10:55:36 - visite: 167) »

:: Quello che non ti ho letto (Pubblicato il 22/11/2023 18:42:29 - visite: 285) »

:: Delle paci, che si nutrono di guerre (Pubblicato il 06/11/2023 16:05:52 - visite: 231) »

:: Delle guerre, che non trovano paci (Pubblicato il 03/11/2023 15:13:04 - visite: 307) »

:: Dell’amore, che non si capisce (Pubblicato il 31/10/2023 14:43:59 - visite: 255) »

:: Dell’orgoglio, come isola (Pubblicato il 23/09/2023 18:11:47 - visite: 222) »