:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2021 [Invito a partecipare]
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Davide Savorelli
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

In mezzo al Sorpasso

Argomento: Cinema

di Glauco Ballantini
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 02/04/2021 08:57:00

C'è un film che spesso, se mi capita, vedo volentieri, “Il Sorpasso”.

Sarà perchè è un film del mio anno di nascita, sarà perchè è girato nel finale, dalle mie parti, ma dentro a questo film ce ne è uno, nascosto.

Nulla di segreto, ma è evidente che ad un certo punto, anche evidente, nel viaggio di Bruno e Roberto c'è una deviazione.

Brevemente il film tratta di un incontro casuale, nella mattina di ferragosto, tra due persone che per casi diversi si trovano in città. Ne nasce un viaggio lungo l'Aurelia che si concluderà tragicamente con un incidente nel quale Roberto perderà la vita.

Nel mezzo del cammino i due fanno una deviazione verso il paese dei parenti del giovane Roberto. Lì comincia il film a parte...

 

L'arrivo alla fattoria è l'inizio per Roberto della rilettura della sua infanzia con gli occhi disincantati di Bruno che gliela riduce in brandelli.

Il carattere esuberante di Bruno fa via via sembrare lui il parente e l'altro l'ospite. Prende subito il sopravvento nelle conversazioni e negli atteggiamenti. La cugina amata segretamente nell'infanzia da Roberto viene sedotta da Bruno che la trucca e le fa sciogliere i capelli ed altro si tace...

Il figlio dello zio si scopre essere in realtà il figlio del fattore del quale ha le movenze, la struttura fisica, gli atteggiamenti e persino un tic nervoso evidente; una tresca con la zia che forse lo stesso zio sapeva e tacitamente sopportava.

Il factotum della fattoria si scopre essere omosessuale in maniera evidente ma che Roberto non sapeva, non vedeva.

 

Occhiofino, quante volte mi ha tenuto in braccio”

Certo, è una checca di campagna. Non ne avevo mai visto una...”

Ma che dici!”

Secondo te perchè lo chiamano Occhiofino?”

Un soprannome come un altro!”

Occhiofino – Finocchio. Semplice”

 

E via andare in una rilettura parallela della sua infanzia tramortita e virata in una grande illusione che non aveva realtà che nei suoi occhi.

 

In poco più di dieci minuti, Risi realizza un mini film che si conclude con la discesa dal colle degli zii verso il mondo reale e la cugina che mestamente si raccoglie nuovamente i capelli come sipario della conclusione del breve intermezzo di vita prima di tornare alla monotona realtà del quotidiano.

 

Forse era meglio se non ci venivo, io dai tuoi Zii, eh Roberto?”

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Glauco Ballantini, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Glauco Ballantini, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Cinema ] Sette note in nero (Pubblicato il 04/06/2020 11:09:35 - visite: 213) »

:: [ Vari ] Il mondo ragionevole (Pubblicato il 20/05/2020 09:33:36 - visite: 142) »

:: [ Psicologia ] Un gioco esplicativo (Pubblicato il 25/09/2018 17:51:45 - visite: 238) »

:: [ Cinema ] La Bellissima Estate (Pubblicato il 23/05/2016 12:53:17 - visite: 731) »

:: [ Cinema ] Il cinema di Scola (Pubblicato il 27/01/2016 09:29:04 - visite: 657) »

:: [ Teatro ] Un Dalla ’Progressivo’ a teatro (Pubblicato il 02/12/2014 11:34:27 - visite: 686) »