:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1282 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Oct 22 06:43:09 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Una fata...una notte

di Alessandro Ferrari
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 07/05/2011 16:41:24

E così
la notte ci piombò addosso
o forse
invase i nostri occhi
troppo pieni gli uni degli altri,
comunque
non sapremo mai da dove giunse.
Lei disse: " Sei l'amore. "
e decise che ne avrebbe conosciuto
ogni dettaglio: persino il sapore.
Fu sopra di me e la guardai
poi sparì e chiusi gli occhi.
Capii allora che in realtà
era dovunque.
Era sopra, era sotto.
Era dentro e fuori di me.
Era l'aria ed io mi persi
nel vortice che era lei.
E la riconobbi perchè si era fatta notte
con la leggiadria che solo una fata
può avere, trasformandosi.
Parlò con me
ma non udii.
Parlò di me
con bocca piena
e gote infiammate.
Parlò in una lingua
che non avevo mai immaginato.

Pensai gridare, pensai di morire
pensai di disperdermi e pensai di soffocare,
invece esplosi ma non mi persi
lei raccolse tutto
con la leggerezza che solo una fata
può avere, innamorandosi.

Riaprii gli occhi, lei ricomparve
e finalmente fu chiaro
che la notte era proprio lei.
Sarebbe sempre stata lei.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Alessandro Ferrari, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Alessandro Ferrari, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Tutti questi anni (Pubblicato il 24/07/2011 11:15:37 - visite: 1282) »

:: E poi (Pubblicato il 30/04/2011 23:41:37 - visite: 1068) »

:: Che cosa siamo (Pubblicato il 05/04/2011 23:58:26 - visite: 1348) »

:: Una sola bandiera (Pubblicato il 02/04/2011 00:48:46 - visite: 1176) »

:: L’ultimo petalo (Pubblicato il 01/04/2011 11:56:15 - visite: 911) »

:: Tramonto (Pubblicato il 01/04/2011 00:17:24 - visite: 979) »