Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1283 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Apr 19 14:42:14 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Santa Lucia

di Pietro Menditto
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 9 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 16/12/2012 09:56:16

Di’ un cortese silenzio a questa luce fredda,

a questo frusto impero di reperti noti,

nel giorno che vuote alla vergine

lasciarono le orbite

a colmarsi della ridda

dell'antico buio, dei penosi voti.

Resta alla finestra che non luce,

un solo dito non levare: nulla

più risponde all'indice nell'aria immota,

la tua ottava resterà per sempre muta.

I sonagli delle rime belli, i  compìti  giri

sotto le volte armoniche

disturbano il letargo dei vampiri,

le pubescenze oscene ai pipistrelli.

Fissa senza dolore la lastra

che tramontana lustra, schermo

che deraglia da questo nostro male.

Sorpassa l'astro, transita il suo scherno,

e piove solo lame – ghiaccio che non fonde –

la stella indifferente di Natale.

Non fare che il ricordo di te fanciullo

ti assalga all'ampio davanzale,

anch'esso diaccio, alla vanità della spelonca,

al fiato supposto di un asino e di un bue,

al pargolo Narciso, nato, cresciuto, ucciso…

Nemmeno ascolta la lingua che risale,

- dimentica! - che ti parlò identica

nel mese che il chicco macera,

che di te ancora parla, tu tradotto

a una partita domenicale, ma rapito

sopra i voli alti della sfera,

a piangere le facce delle case

dipinte del vivente sole

( come in croce ) e più su ancora

drappeggiarsi le colline

del liquore di quella stessa luce.

Ma sta’ nell'ombra vera

che è tutto quanto resta

della festa annunciata,

della disfatta promessa e poi sepolta.

Sta’ nell'unica posa, invulnerabile,

nell'intermittenza delle finte stelle

che desquamano la pelle. E ascolta!

Con pazienza animale, ascolta ( tu mondo )

declinare la digestione dell'immane,

insaziato intestino di questo im-mondo.

Augura al sole di partirsi con l'ipocrita

calore dall'incline zodiaco e sfarsi

in mille miliardi di faville.

E che tutto questo basti

a toccare l'alba di domani,

del vero oscuri o adombrati intrighi,

a cernere martirio e noia,

stretti o sciolti gli ombelichi,

con o senza pane, vino ed emozione.

E scorda pure la poesia che cominciasti,

col cantico del grillo, il ruggito del leone:

La polvere dei treni che immortali /

rese le case intorno alla stazione…

 

                                                         (1986)

 

 

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 9 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Pietro Menditto, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Elenco delle somiglianze (Pubblicato il 11/07/2014 09:54:13 - visite: 1106) »

:: Un ricordo della fine (Pubblicato il 20/06/2014 08:09:15 - visite: 1074) »

:: Fino a quando? (Pubblicato il 15/04/2014 09:01:41 - visite: 965) »

:: Ed io non so se questo stupore (Pubblicato il 04/04/2014 09:10:43 - visite: 1014) »

:: Epochè (Pubblicato il 29/01/2014 08:28:26 - visite: 1031) »

:: Due colombi (Pubblicato il 18/07/2013 10:30:57 - visite: 1155) »

:: Sbando nella legge estatica (Pubblicato il 27/06/2013 10:25:13 - visite: 869) »

:: Ma allora cos’è (Pubblicato il 25/06/2013 08:00:19 - visite: 1097) »

:: Assenza di ispirazione (Pubblicato il 11/06/2013 12:05:27 - visite: 1367) »

:: La spazzola (Pubblicato il 26/04/2013 18:39:35 - visite: 1235) »