:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Roma: La vita nascosta (02/12/2022) e Il giardino di Sophia (05/12/2022)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 180 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Nov 30 20:23:10 UTC+0100 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Illusioni

di Teresa Cassani
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 17/06/2022 20:43:00

- E quella dell'Assunzione fu considerata una pittura scandalosa.

La guida gesticolava, puntava il dito in direzione.

-La vedete la cupola quanto sembra alta con gli artifici pittorici del Correggio?

Il Pittore alzò lo sguardo,  reclino' il capo all'indietro. Più della Vergine Assunta, attorniata dalla spirale dei putti, lo colpivano le gambe sospese del Cristo visto dal basso.

- Le vedete le facce paffute degli angioletti? Sembrano essere stati nutriti col parmigiano. 

Il Pittore guardava l'insieme e faceva cattivi pensieri, proprio lì   nel luogo sacro, tra il bassorilievo dell'Antelami e la sorprendente pittura di Antonio Allegri.

Così lo prese con forza l'idea di ritrarre una figura femminile dal basso verso l'alto a gambe nude e con le forme piene.

E pensò a Clarina.

Clarina gli faceva le pulizie in casa, era giovane e aveva un corpo e un viso sui quali tutti avrebbero potuto fare un pensiero.

- Ho bisogno che tu mi faccia un favore, Clarina.

La ragazza arrossì - Se posso.

- Vorrei ritrarti mentre stai sul soppalco. 

- Ma come? Le verrà il torcicollo guardando all'insù 

-Questo non deve preoccuparti. 

- E come mi devo vestire?

- Ah  con poco. Prendi quella mezza tenda azzurra che ricopre la scrivania e drappeggiala intorno al busto e ai fianchi. Lascia una spalla e una gamba scoperte

Clarina si mise in posa sul soppalco. Sotto il manto blu aveva aggiunto una corta tunica di tela scura, grezza e spessa.

Il Pittore cominciò a ritrarre la sagoma dando rilievo alle gambe.

Clarina non doveva rimanere nella stessa posizione. A tempi alterni scendeva e si metteva sul divano perché il Pittore studiasse bene le forme.

Ma non era mai contento. 

- Non fare quell'espressione così tesa!

- Devi essere assolutamente spontanea!

-Ma che pettinatura ti sei fatta stamattina?

- Oh insomma! pensa a qualche ragazzo che ti piace! Ci sarà pure  no? Uno per il quale provi attrazione.  Quella è molto importante,   sai?

Clarina non rispondeva.

- Ce l'avrai pure un ragazzo che ti piace?- insisteva il pittore.

- Sì,  ce l'ho.

- Ah,.   bene. Pensalo.

E la faccia di Clarina si adattava a a tutto. A tutte le richieste. 

Stava per ore e ore in posa. Che cambiava mille volte o manteneva.

Il Pittore era incontentabile.

Poi,  non le permetteva di guardare la tela prima che fosse conclusa.

Voleva realizzare una figura femminile che esprimesse castità e sensualità al tempo stesso e sotto, nei nimbi di luce, i visi dei putti erano il suo viso in una gamma infinita.

Quando il Pittore tolse finalmente la tela dal cavalletto e la espose in vetrina, Ippolita riconobbe nei piedi dell' Ascesa i suoi piedi, Nerina i polpacci, Corinna le trecce, Candida la forma del ventre, e altre altro.

Ognuna si specchio' nella figura di anima e di  carne e immaginò di essere la prescelta dell'artista . E invece quelle erano le forme trasfigurate della povera Clarina.

E il pittore gongolava, conscio del potere.

Ma Clarina dove era finita?

Il fratello finalmente andò a cercarla e la trovò che dormiva stremata sul soppalco, avvolta nel manto blu. E cara grazia se era ancora in vita.

- Ma come,  non si è accorto di Clarina?- chiese al Pittore.

- No- rispose quello- pensavo fosse andata via.

- Ma come vuole che vada via, se starebbe sempre qui, in casa sua?

- Davvero?- esclamò il Pittore meravigliato-  pensavo avesse un ragazzo.

Quello scosse la testa e aiutò Clarina ad alzarsi. Poi,  la fece scendere e si avviò verso la porta.

- Povera Clarina - sospirò il fratello conducendola via- sei proprio un'ingenua.

Il Pittore guardò stranito i due che si allontanavano, si strinse nelle spalle e  penso' meravigliato alle strane fantasie di certa gente.

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Teresa Cassani, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Teresa Cassani, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Le cornici (Pubblicato il 30/11/2022 17:49:06 - visite: 13) »

:: Il profumo alla violetta (Pubblicato il 27/11/2022 17:44:31 - visite: 24) »

:: Per una casa (Pubblicato il 07/11/2022 14:32:02 - visite: 58) »

:: Trovare le parole (Pubblicato il 19/10/2022 13:18:39 - visite: 71) »

:: La visita (Pubblicato il 05/09/2022 19:25:44 - visite: 111) »

:: Amadé e il contrappunto (Pubblicato il 03/09/2022 09:37:41 - visite: 220) »

:: Ideali (Pubblicato il 12/03/2022 20:52:05 - visite: 211) »

:: Accomunati (Pubblicato il 27/02/2022 13:33:33 - visite: 308) »

:: Ne basta uno (Pubblicato il 15/02/2022 15:42:47 - visite: 162) »

:: «C’è in te più di quanto tu stesso non sappia» (Pubblicato il 06/02/2022 16:42:06 - visite: 302) »