:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2021 [Invito a partecipare]
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Davide Savorelli
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 82 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat May 8 06:10:20 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Stralcio dal romanzo Diari sospesi

di paolo massimo rossi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 20/01/2021 11:46:04

(Dal mio nuovo romanzo Diari sospesi Antipodes Editore)
... Juste si alzò, andò alla cassa e uscì.
“Che ne pensi?” Mi chiese Agata.
“Di questa Juste? Non penso niente, non so neanche se è tua amica.”
“Non lo è … Se riusciamo a cancellare l’esteriorità che mostriamo, resta quello che siamo dentro; poi, ma solo se siamo bravi e sinceri, mettiamo l’anima a nudo.”
“Avevi spacciato me per filosofo.”
“Si va?” chiese.
“Andiamo.”
Salimmo al suo appartamento, entrammo e mi chiese di aspettarla.
Tornò completamente nuda, mi sedette accanto e spense la lampada accanto al divano. Nella semioscurità, distinguevo appena il suo volto e la forma del suo corpo; solo il chiarore dei lampioni della strada diffondeva una tenue luce nella stanza, permettendo di fantasticare sulle ombre.
“Ci sono occasioni in cui scopare è un po’ morire; sei d’accordo?” Mi chiese.
“No” Risposi.
“Perché? Riusciamo a conoscere la strada che abbiamo percorso solo alla fine del cammino, quando essa è già morta … Amami, ti prego, non solo col sesso, anche col cuore, con i sentimenti che leggo nelle lettere che scrivi in risposta alle mie. Non sei freddo come vorresti sembrare … Abbracciami.”
L’abbracciai, pensando che aveva un temperamento lunatico, a volte razionale e indifferente, a volte romantico e malinconico. Sentii i profumi di cui si era impregnata, per la prima volta ascoltai il suo cuore. Eppure sapevo che non ero il suo grande amore, né lei lo era per me.
In quel momento, l’ora sospese il suo progredire; la figura di Agata assunse una nuova sembianza, quasi se ne fosse oscurata una parte. Le parole non furono più in grado di esprimere l’amore e neanche la sua assenza: ci guardammo nell’oscurità come mai ci eravamo visti alla luce del giorno.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore paolo massimo rossi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

paolo massimo rossi, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: casa d’appuntamenti (Pubblicato il 19/02/2021 18:01:34 - visite: 75) »

:: L’intruso nelle vecchie stanze. Romanzo (Pubblicato il 27/01/2021 09:41:28 - visite: 91) »

:: racconto minimalistico (Pubblicato il 23/01/2021 15:42:23 - visite: 65) »

:: Stralcio dal romanzo Diari sospesi (Pubblicato il 19/01/2021 12:56:26 - visite: 63) »

:: Brevissimo racconto (Pubblicato il 15/01/2021 11:23:07 - visite: 52) »

:: A casa di Fanette e dintorni (Pubblicato il 07/01/2021 16:28:43 - visite: 82) »

:: percorrendo Parigi (Pubblicato il 04/01/2021 14:31:16 - visite: 62) »

:: Stralcio dal romanzo Jacob Rohault I giorni di Venezia (Pubblicato il 04/01/2021 13:45:38 - visite: 72) »

:: Dal romanzo Con gli occhi di Arianna (Pubblicato il 03/01/2021 17:32:56 - visite: 77) »

:: Tabriz (Pubblicato il 02/01/2021 08:56:01 - visite: 69) »