Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2018: CHERCHEZ LA FEMME
 

Collana di eBook a cura di Giuliano Brenna e Roberto Maggiani

« ultimo pubblicato prec » « suc primo pubblicato »

eBook n. 162 :: L’Orto Botanico di Monsieur Proust, di Aa. Vv.
LaRecherche.it [Arti varie]

Invia questo eBook al tuo Kindle o a quello di un amico »

Proponi questo libro ad uno o più lettori: invia il collegamento all'eBook
http://www.larecherche.it/librolibero_ebook.asp?Id=165
Di Aa. Vv.
puoi anche leggere:

Formato PDF - 48 MByte
Scarica/apri/leggi [download] »
Aperto/scaricato 899 volte



Downloads totali: 907
Ultimo download:
16/08/2018 13:15:00
Data di pubblicazione:
10/07/2014 12:00:00
 
Notizie sull'eBook
(per fermare lo scorrimento posizionarsi con il mouse sulla zona gialla):

L'e-book è di circa 48 MByte dunque impiega un po' di tempo per essere scaricato e/o aperto, almeno tre minuti. Invitiamo a pazientare nell'effettuare il download. Grazie.

L'e-book è disponibile in formato pdf e mobi per Kinlde, ma puoi anche sfogliarlo on line su ISSUU: clicca qui 

 

# 37 commenti a questo e-book [ scrivi il tuo commento ]

 anna maria bonfiglio - 10/10/2014 00:32:00 [ leggi altri commenti di anna maria bonfiglio » ]

Dopo avere assaporato lentamente e con molta attenzione questo prezioso e-book voglio esprimere il mio compiacimento per l’ottimo risultato, ringraziare i curatori ed estendere la mia stima e il mio apprezzamento per tutti gli autori che passeggiano in questo particolare Orto

 Giuliano Brenna - 18/08/2014 18:42:00 [ leggi altri commenti di Giuliano Brenna » ]

Carissimi amici, lettori, giardinieri e scrittori! Vi ringrazio tantissimo per il fantastico sostegno e la felice partecipazione a questo verde e fioritissimo Orto Botanico! Inoltre vi ringrazio per ogni vostra passeggiata lungo i viali e nelle aiuole, per ogni visita e per ogni commento.

 Maria Teresa Schiavino - 14/08/2014 15:45:00 [ leggi altri commenti di Maria Teresa Schiavino » ]

Grazie amici della Recherche per aver inserito il mio testo nell’antologia. Avete fatto un lavoro enorme, bello, emozionante da leggere, pieno di angoli segreti proprio come un giardino che si rispetti. Complimenti per l’idea di raccogliere testi intorno a un argomento così particolare.

 Anna Giordano - 04/08/2014 11:27:00 [ leggi altri commenti di Anna Giordano » ]

Un buongiorno a tutti,anche se in ritardo, sono rientrata dopo una lunga pausa estiva e finalmente posso dedicarmi ad una sana passeggiata fuori dal tempo...in questo bellissimo Orto Botanico di Monsieur Proust. Ringrazio Roberto Maggiani e Giuliano Brenna che da bravi giardinieri dell’anima hanno coltivato e ideato questo omaggio floreale a Marcel Proust. Inoltre, ringrazio Loredana Savelli, Franca Alaimo e tutti coloro che hanno contribuito nella realizzazione di questa opera rendendola pregiata con il loro operato. Un grazie a tutti gli autori che con le loro opere hanno profumato e fiorito le pagine di un orto di cui Proust sarebbe fiero.
Mi scuso se non vi nomino uno a uno, ma è solo per non dimenticare nessuno.
Grazie...

Ora, spazio alla passeggiata e su tutto alle soste che farò per cogliere nei fiori o gli ortaggi piantati, il nettare e le vitamine che nutriranno un’anima in cerca del tempo perduto...

 Eugenio Nastasi - 30/07/2014 10:46:00 [ leggi altri commenti di Eugenio Nastasi » ]

Se ancora avevamo bisogno di sollecitazioni artistiche per saggiare la "febbre" da Proust che circola in tanti autori,con quest’ennesimo lavoro concepito e assemblato da Roberto e Giuliano abbiamo la certezza di quanto la sua "influenza" ci abbia contagiato.
Un grazie ai due blogger e a tutti gli autori in antologia.

 Maurizio Soldini - 27/07/2014 10:27:00 [ leggi altri commenti di Maurizio Soldini » ]

Grazie a Giuliano e a Roberto per questo ennesimo capo-lavoro nell’eco-nomia di Marcel Proust!

 Franca Alaimo - 25/07/2014 18:39:00 [ leggi altri commenti di Franca Alaimo » ]

Prima una piantina disegnata da Roberto Maggiani per orientare il lettore, che in questo caso è anche un visitatore, dal momento che viene invitato a percorrere un giardino in cui fiori e piante vivono attraverso l’arte, bellissimi, per sempre. Giuliano ci avverte subito che tra i viali dell’orto non troveremo più il giardiniere Proust, poiché, malato d’asma, coltiva fiori solo nella sua memoria prodigiosa; mentre io, a cui è stato affidato il ruolo di scrivere il prologo,continuo il discorso di Giuliano, dimostrando come i fiori di Proust siano una prodigiosa sintesi di autobiografia, ricordi letterari e osservazioni d’opere pittoriche, che hanno trasformare la vista in visione.
E poi, tra foto ( tante di Maggiani, ma anche di altri: Maleti, Luperini, Pasquarella, Bruni, Giordano), disegni, citazioni, brani tratti dalla stessa Recherche ma anche da altre opere letterarie, il percorso all’interno dell’Orto è tracciato da poesie, racconti autobiografici, riflessioni, brani narrativi. E sempre e ovunque nei versi come nei brani in prosa sbocciano fiori, quelli muti ed immobili della Savelli; o i gerani scalatori di Polvani e le rose e i glicini e i botton d’oro. La Bettarini affolla il suo testo delle forme più varie di fiori sorretti da suggestioni fonetiche; e la Jorio inventa metamorfosi di sapore ovidiano. La Ferramosca ci esorta con la sapienza dei fiori che ci inviatano ad essere migliori, a produrre fiori e frutti e la Maleti sembra interrogare le piante del suo orto sul senso del tempo e della fatica quotidiana del crescere; e insieme a loro molti altri ( Cortese, Cerniglia, Luperini, Spagnuolo, Luzzio inventano miti, spargono odori e luci, seminano domande o offerte per l’amata, Mosi racconta l’amore per i fiori con una sorta di favola, ma come si fa a ricordarli tutti?) Molti entrano nel giardino di Marcel bambino e immaginanoo di vederlo, come Pedicini mentre la nonna gli legge il romanzo più amato della Sand; Peralta, invece, conversa con lui mentre passeggiano insieme lungo i viali tra Combray e Tansoville. E poi c’è chi affida alla prosa le proprie riflessioni ed emozioni, come la Bonfiglio, la Vanalesti, Gian Maria Turi che ricorda il giardinetto condominiale degli anni ’70 come "ultimo atto della civiltà contadina e memorandum degli orti di guerra del 1941". E ci si imbatte anche in un lungo coltissimo saggio della De Stasio intorno ai presupposti psichici di ogni scrittura d’arte. E con delizia sileggono le pagine di Maria Musik che non solo ha assegnato a ciascun libro de La Recherche il suo fiore, ma affianca alla lettura di episodi e personaggi proustiani le sue cosiddette "Interferenze" in cui evoca episodi autobiografici legati a quei fiori e lo fa con la più ampia cromia di sentimenti. Non mancano altri poeti, i già immortali, come
Montale, la De Mello, Borges, Rimbaud chiamati a dire anch’essi, perché la letteratura non conosce il tempo, perché la bellezza dei "fiori" cresce in ogni epoca e mente umana.
E ancora conclude Giuliano Brenna che immagina Proust giunto alla conclusione del suo lavoro in cui ha raccolto oramai tutti i colori e le creature e le iridescenze della vita.
Abbiamo respirato durante questa lunga passeggiata un’aria profumatissima, abbiamo contemplato nei fiori la nostra infanzia,
abbiamo rivisitato il capolavoro di Proust, ascoltato la voce di tanti amici. Ci ha commosso la Bellezza,la Complessità, ci ha visitato per qualche ora il Sogno di un’aiuola fiorita, diversa da quella così feroce che è il mondo, come già diceva Dante.
Grazie, allora, a Roberto e Giuliano che hanno saputo dare ordine a tanta quantità di materiale pervenuto a celebrare ancora una volta l’amatissimo Proust. Una cosa è certa: che la grande letteratura è sempre ispiratrice di altra letteratura. E’ quello che abbiamo fatto noi, partecipando a questa antologia coloratissima.

 mary casula - 22/07/2014 16:40:00 [ leggi altri commenti di mary casula » ]

Incantevole. Sono ammutolita per tanta grazia e bellezza. Gradualmente assumo piccole dosi, sfiorando le vertigini, quasi preda della sindrome di Stendhal...
Umilissima la mia piccola creazione. Grazie infinite per averla collocata in questo meraviglio giardino.

 Maria Teresa Savino - 21/07/2014 11:24:00 [ leggi altri commenti di Maria Teresa Savino » ]

Un prezioso dono letterario,organizzato e confezionato in modo esemplare.L’E-book è veramente un giardino fiorito,dove le aiuole sorridono,i sentieri conducono alle dimore della bellezza e persino il capanno degli attrezzi comunica il suo fascino discreto.Penso che tutti gli amici della Recherche ne siano orgogliosi e grati,come me, agli ideatori e curatori,infaticabili e bravissimi redattori de La Recherche.

 Earl Montague Whiterdale - 18/07/2014 19:52:00 [ leggi altri commenti di Earl Montague Whiterdale » ]

ueila

 Luciano Nanni - 17/07/2014 14:11:00 [ leggi altri commenti di Luciano Nanni » ]

Un delizioso percorso floreale tra immagini e parole: la bellezza ideale qui è rinata. Ottima composizione dell’e-book. Un affettuoso saluto.

 Mariella Bettarini - 16/07/2014 01:52:00 [ leggi altri commenti di Mariella Bettarini » ]

Carissimi Roberto e Giuliano,

in attesa di leggere con infinito piacere e con l’attenzione che merita questo straordinario lavoro antologico, Gabriella ed io non possiamo, intanto, fare a meno di ringraziarvi ancora per l’accoglienza e farvi i più vivi complimenti per questa meraviglia, a partire da tutto quanto: copertina dell’amico Graziano, pianta di Roberto e magnifiche sue foto, puntualissima introduzione di Giuliano, prologo dell’amica Alaimo,scelta dei testi in poesia e prosa, vastità della ricerca, e via e via…

Grazie infinitamente, amici carissimi, per tutto quanto fate a favore dell’autentica Cultura, della Conoscenza, della Bellezza, della Verità; a favore di tutti quanti noi, con voi solidali, in un’empatia veramente inesauribile. GRAZIE!

A presto rileggerci, risentirci, e un grandissimo augurio ed abbraccio dalle vostre

Mariella e Gabriella

 Loredana Savelli - 13/07/2014 12:37:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

La poesia di Gabriella Maleti, "Scendere gradini", pag. 108: un’epifania!!!
Per ora la mia preferita.

 francesca luzzio - 12/07/2014 19:43:00 [ leggi altri commenti di francesca luzzio » ]

Un’opera interessante. Ancora una volta Proust ha saputo dispiegare le ali di tanti poeti che in punta di piedi sono entrati nelle suggestive descrizioni del suo orto botanico.

 Nicola Romano - 12/07/2014 10:13:00 [ leggi altri commenti di Nicola Romano » ]

E’ molto interessante conoscere le varie sfaccettature del personaggio Proust, e pertanto lode alla «recherche» per averci proposto questo ulteriore e particolare "angolo d’osservazione".

 laviniafrati - 12/07/2014 07:56:00 [ leggi altri commenti di laviniafrati » ]

Questo moltiplicare noi stessi ci rende felici (alla maniera di Proust). Grazie!
Lavinia Frati

 Teresa - 11/07/2014 20:27:00 [ leggi altri commenti di Teresa » ]

Bello e pieno di cose! L’ho sfogliato un po’, e pregusto la lettura che verrà. Grazie redazione, complimenti per il grosso lavoro.

 Rossella Cerniglia - 11/07/2014 19:13:00 [ leggi altri commenti di Rossella Cerniglia » ]

Complimenti alla Redazione de "La Recherche" e grazie per un’opera che di anno in anno raccoglie unanime consenso, offrendoci un’occasione di lettura davvero straordinaria.

 Guglielmo Peralta - 11/07/2014 13:28:00 [ leggi altri commenti di Guglielmo Peralta » ]

Dall’orto di Proust è "s-orto" questo giardino delle delizie, ben coltivato e curato dai nostri contadini Giuliano e Roberto. E’ una messe varia e copiosa di "piante"; un florilegio di colori, di profumi di-versi e di p-rose. (Hic licet edere!)

 gian piero stefanoni - 11/07/2014 10:53:00 [ leggi altri commenti di gian piero stefanoni » ]

Un labirinto di profumi e colori in cui ognuno è anche l’altro.. Seme raccolto ora sbocciato nel tempo dell’amore preservato.. Vi cerco e mi trovo: grazie a tutti. Grazie Giuliano, grazie Roberto.

 Laura Turra - 11/07/2014 10:05:00 [ leggi altri commenti di Laura Turra » ]

Complimenti, davvero! Una raccolta splendida. Dico che i fiori sono segno di un di più, di una bellezza elargita a piene mani. Solo se esiste un Bene possiamo immaginare un dono tale. Tutti noi abbiamo molto da sperare dai fiori!
Un caro saluto
Laura

 Giuseppe Bonvicini - 11/07/2014 00:32:00 [ leggi altri commenti di Giuseppe Bonvicini » ]

"Un fiore delle mille e una notte..."

 Oronzo Liuzzi - 10/07/2014 22:49:00 [ leggi altri commenti di Oronzo Liuzzi » ]

Un grazie di cuore per l’ospitalità e complimenti per questa straordinaria antologia.

 Luca Santilli - 10/07/2014 21:11:00 [ leggi altri commenti di Luca Santilli » ]

Un grazie speciale a Voi che mi avete fatto questo regalo, far parte di questo giardino mi inonda l’anima di speranza, di petali e di poesia...

 roberto marzano - 10/07/2014 20:54:00 [ leggi altri commenti di roberto marzano » ]

molto bello e ben impaginato... orgoglioso di farne parte

 Luciana Riommi Baldaccini - 10/07/2014 19:34:00 [ leggi altri commenti di Luciana Riommi Baldaccini » ]

I miei complimenti alla Redazione per la realizzazione di quest’opera di grandissimo valore culturale ed estetico. E un ringraziamento sentito per il dono che ci fate e per l’opportunità di esserne una sia pur minima parte.
Un caro saluto anche a tutti i "Floricultori e Giardinieri".

 Davide Cortese - 10/07/2014 19:27:00 [ leggi altri commenti di Davide Cortese » ]

Straordinario il lavoro di Roberto Maggiani e Giuliano Brenna. Grazie, Roberto e Giuliano, per la passione e l’amore con cui offrite alla nostra lettura opere di grande qualità.Un abbraccio e tantissimi auguri a LA RECHERCHE.IT.

 Lidia Are (Lidia Are Caverni) - 10/07/2014 18:45:00 [ leggi altri commenti di Lidia Are (Lidia Are Caverni) » ]

L’orto botanico è un tripudio di essenze e di colori in cui la poesia è il fiore più bello. Farne parte è come apppartenere a un bouquet offerto alla bellezza e all’incanto. Meravigliosa la costruzione dei settori e le illustrazioni variopinte, fiori fra i fiori. I miei più sentiti ringraziamenti per avermi inserita in un’opera così prestigiosa.

 paolo polvani - 10/07/2014 18:09:00 [ leggi altri commenti di paolo polvani » ]

Grazie per l’ospitalità! sono ancora una volta grato a Roberto, Giuliano, tutta la Recherche!

 Gennaro Oliviero - 10/07/2014 16:24:00 [ leggi altri commenti di Gennaro Oliviero » ]

Quando nel 1994 fu pubblicato il libro "Le Jardin secret de Marcel Proust" di Diane de Margerie (Albin Michel,Paris), gli appassionati dell’opera proustiana ebbero tra le mani uno scrigno di foto e di testi che ricreavano le meravigliose pagine della Recherche, nella quale descrizioni,suggestioni e metafore ispirate dal mondo vegetale avevano delineato un altro personaggio immaginario, "Flora", non meno evocativo e vitale della triade Bergotte,Elstir,Vinteuil. Oggi gli Amici di Marcel Proust -grazie alla passione,alla competenza e alle tante qualità e abilità di Giuliano Brenna e Roberto Maggiani - hanno tutto un "Orto Botanico" a disposizione,nel quale tanti ispirati co-autori hanno coltivato aiuole preziose che nulla hanno da invidiare a quelle descritte nel ricordato "Jardin secret de Marcel Proust". Lo straordinario risultato conseguito con questa nuova fatica di Roberto e Giuliano accresce i tanti meriti che la Rivista Letteraria "La Recherche.it" ha acquisito in questi anni,alla quale mi permetto di proporre una data per la riproposizione della splendida pubblicazione, con altri contributi dei tanti che non hanno potuto partecipare a questa edizione : fine aprile,data nei tempi andati di celebrazione a Roma dei "Floralia",secondo la tradizione introdotta dal 241 a.C. dai Sabini in onore di "Flora",divinità italica della potenza vegetativa,della primavera e della gioventù,alla quale ora "L’Orto Botanico di Monsieur Proust" ha donato i suoi struggenti "Proustalia".

 Giorgina Busca Gernetti - 10/07/2014 15:31:00 [ leggi altri commenti di Giorgina Busca Gernetti » ]

Sono veramente onorata d’essere inclusa in un’opera splendida sotto ogni profilo. Infiniti ringraziamenti
Giorgina Busca Gernetti

 Lorena Turri - 10/07/2014 15:06:00 [ leggi altri commenti di Lorena Turri » ]

Un’opera magnifica, originale, ricca e densa e, soprattutto, di buon gusto. Complimenti a Giuliano Brenna e a Roberto Maggiani per aver saputo assemblare in modo magistrale tante voci e tanti pensieri. Un giardino davvero rigoglioso! Non rimane che goderselo.

 Jacob l. - 10/07/2014 14:47:00 [ leggi altri commenti di Jacob l. » ]

Grafica, struttura, ideazione belle ed eleganti.
Bella opera davvero.

 Giuseppe Bonvicini - 10/07/2014 14:12:00 [ leggi altri commenti di Giuseppe Bonvicini » ]

MERAVIGLIOSO!

 Carla de Falco - 10/07/2014 11:42:00 [ leggi altri commenti di Carla de Falco » ]

Un lavoro imponente. E’ per me un onore esserci.

 Loredana Savelli - 10/07/2014 10:39:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Come sempre un’opera monumentale, aperta a voci diverse sì da comporre un giardino vero e presente. Le foto, la grafica, l’eleganza dell’insieme ne fanno un libro prezioso. Stupisce come sia possibile lavorare ogni anno attorno a Larecherche e Proust con un tale portato di creatività. Siete bravi e appassionati e riuscite a coinvolgere.
Auguro a me stessa in primis buona lettura.

 Gennaro Oliviero - 10/07/2014 07:29:00 [ leggi altri commenti di Gennaro Oliviero » ]

Ho letto di getto la presentazione di Giuliano Brenna e confesso che mi sono commosso fino alle lacrime.Cosa possiede di arcano la Recherche per suscitare emozioni così intense in chi ne scrive mirabilmente come ha fatto Giuliano, e in chi ne legge assaporando sensazioni, suggestioni, reviviscenze che fanno "rifiorir la Vita"? E il "bouquet" di foto: una fantasia che Giuliano ricama con la finezza e l’eleganza di chi riesce ad andare "oltre la siepe", regalandoci i suoi fiori inusitati, che emanano un profumo d’antan che ci riporta nel "jardin secret" del nostro Marcel. Leggerò,leggerò con calma - per assaporarne le squisite fraganze - tutto l’Orto Botanico che Giuliano e Roberto, e i tanti altri che vi hanno piantato i loro "fiori", hanno regalato agli Amici di Proust e mi commuoverò di certo ancora, come è avvenuto ammirando l’omaggio floreale che mi è stato dedicato, a voi tutta la mia sentita riconoscenza.